È nella Croazia appena colpita dal terremoto che la coppa del mondo di sci apre il 2021: oggi sul Monte dell’Orso, appena fuori Zagabria, lo slalom speciale donne e mercoledì lo slalom uomini. Un appuntamento che unisce lo sport alla solidarietà nei confronti della popolazione in questi giorni in grave...

È nella Croazia appena colpita dal terremoto che la coppa del mondo di sci apre il 2021: oggi sul Monte dell’Orso, appena fuori Zagabria, lo slalom speciale donne e mercoledì lo slalom uomini. Un appuntamento che unisce lo sport alla solidarietà nei confronti della popolazione in questi giorni in grave difficoltà per il sisma: e proprio in aiuto dei terremotati gli atleti hanno deciso di tagliarsi il montepremi e, con il contributo degli organizzatori, mettere così insieme una cifra di 50mila euro. Lo slalom donne di oggi – ore 12,30 prima manche e 16 la seconda – è quello tecnicamente più significativo dopo che la svizzera Michelle Gisin è riuscita a Semmering a spezzare il dominio dell’americana Mikaela Shiffrin e della slovacca Petra Vlhova che avevano ininterrottamente vinto, alternandosi sul gradino più alto del podio, tutti gli ultimi 28 slalom di coppa. L’Italia continua invece anche a Zagabria l’opera di ricostruzione della squadra. Sono sei le azzurre iscritte alla gara. Sono la veterana Irene Curtoni (nella foto, alla dodicesima presenza sulla pista croata), Marta Rossetti (undicesima nell’ultima gara di Semmering e miglior italiana), Martina Peterlini, Lara Della Mea, Anita Gulli e Carlotta Saracco.

La squadra azzurra donne ha ottenuto sinora a Zagabria, dove si gareggia dal 2005, un secondo posto con Nicole Gius nel 2009 e un terzo con Manuela Moelgg nel 2011. È invece la solita Mikaela Shiffrin la vera ‘Regina delle nevi’ di Zagabria - come dice il trofeo in palio - con ben quattro successi all’attivo.