Roma in allenamento (LaPresse)
Roma in allenamento (LaPresse)

Madrid, 18 settembre 2018 - E' uno dei match più attesi di questa prima giornata della Champions League 2018/19. Al Santiago Bernabeu, i campioni in carica del Real Madrid ospitano la Roma guidata da Eusebio Di Francesco (domani, mercoledì 19 settembre, fischio d'inizio alle 21) nella sfida valevole per il Gruppo G della competizione. Prima partita di coppa senza Cristiano Ronaldo per i padroni di casa, trionfatori nelle utime 3 edizioni della manifestazione e reduci dal pareggio di campionato al San Mames contro l'Atletico Bilbao. Vietato, però, sottovalutare i blancos che, per quanto orfani di quella che era stata per anni la stella del club, restano comunque ricchi di giocatori dal gran talento quali Modric, Ramos, Asensio, Marcelo, Varane e altri ancora. Anche gli ospiti, dal canto loro, hanno perso alcune pedine fondamentali nel cammino che portò il club a raggiungere le semifinali della competizione quali Alisson e Nainngolan, ma la truppa di Di Francesco resta un avversario ostico per chiunque dopo aver sorpreso tutti nel corso della passata edizione.

Alice Campello (Instagram)

DOVE VEDERE IL MATCH IN TV -  La partita tra Real Madrid e Roma è disponibile in chiaro su Rai 1 e su Sky, ai canali Sky Sport Football HD (203) e Sky Sport (252). Live streaming in su Raiplay.it e, per gli  abbonati, su Sky Go.

Real Madrid-Roma, segui la diretta

Queste le probabili formazioni:

Real Madrid (4-3-3): Courtois; Carvajal, Sergio Ramos, Varane, Marcelo; Casemiro, Kroos, Modric; Bale, Benzema, Asensio. Allenatore: Lopetegui.

Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, De Rossi, Nzonzi; Ünder, Dzeko, El Shaarawy. Allenatore: Di Francesco.

Valencia-Juventus di Champions League, dove vederla in tv

LOPETEGUI: LA ROMA SI È RAFFORZATA - "Tutti in Champions si aspettano una Roma con voglia, con una mentalità offensiva e proseguiamo su questa strada. Vedremo con che risultati. Abbiamo un anno di lavoro alle spalle insieme, ma speravo in un miglior avvio in campionato. Dobbiamo cercare la continuità nelle nostre prestazioni". Queste le parole dell'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, alla vigilia del debutto in Champions al Santiago Bernabeu contro i campioni in carica del Real Madrid. Il tecnico ha poi proseguito sottolineando che, anche senza Cristiano Ronaldo, le merengues "continuano a essere forti. Lo dicono i numeri delle prime giornate. Hanno più qualità col pallone, commettono meno errori e hanno molti leader, giocatori molto buoni che sono la base della nazionale spagnola" l'analisi di Di Francesco. "Hanno ancora fame di vittorie, e la mentalità di vincere sempre, come la Juve in Italia. Hanno il desiderio di aggrapparsi a ogni trofeo, a ogni partita. Mi piace questo". Il tecnico giallorosso non ha nascosto, inoltre, il proprio apprezzamento per un giocatore in particolare dell'undici avversario: "Asensio. Sono sicuro che vincerà il Pallone d'Oro. Mi piacerebbe averlo per la sua età, la qualità che sta mostrando".

TOTTI: A MADRID PER FARE BELLA FIGURA - Anche Francesco Totti ha detto la sua sull'imminente sfida, l'ex numero 10 della Roma ha affrontato numerose volte le merengues da avversario, ricevendo la standing ovation del Bernabeu e rifiutando numerose offerte da parte di Florentino Perez, presidente del club. "Abbiamo una squadra e l'organico per fare bella figura - le parole del dirigente giallorosso a RomaTv - Sappiamo tutti che quello di Madrid è uno stadio un po' particolare, differente dagli altri. Però, affrontando il Real già alla prima partita può darsi che riusciremo a fare una grande partita. Anzi, sicuramente ci riusciremo, perché abbiamo una squadra e l'organico per fare bella figura, anche se davanti abbiamo dei marziani". La 'sua' Roma però deve fare i conti con un avvio non troppo positivo in campionato: "Dobbiamo affrontare la partita con tranquillità, con lo spirito giusto e la serenità di essere una squadra forte. Ovvio, loro sono la squadra top della competizione ma, ogni volta che ci affrontano, li mettiamo in difficoltà. E non sto qui a dire se giocheremo col 4-2-3-1 o col 4-3-3, tanto non cambia niente".

Nonostante l'avvio a rilento in campionato, l'allenatore del Real Madrid, Julen Lopetegui, non crede che i suoi avversari siano più deboli rispetto allo scorso anno, quando raggiunsero la semifinale della competizione. Per il tecnico dei blancos, anzi, i giallorossi hanno una "rosa più completa" e possono contare inoltre sulla conferma in panchina di Di Francesco: "L'allenatore è sempre lo stesso, gli automatismi sono collaudati. L'anno scorso hanno eliminato Atletico Madrid e Barcellona, mi aspetto un avversario ancora più forte e credo sarà una partita straordinaria". L'ex ct della Spagna ha un compito particolarmente ostico avendo ereditato la guida del club che ha monopolizzato le ultime tre edizioni:"Sento un forte senso di responsabilità. Vogliamo giocare una grande partita, abbiamo molta ambizione" dice Lopetegui. Quella con la Roma sarà anche la prima del Real in Champions League senza Cristiano Ronaldo. "Noi ci concentriamo soltanto sui calciatori che abbiamo. Questa rosa può essere competitiva in tutte le competizioni a cui è iscritta, Champions inclusa".