di Gianmarco Marchini Il tour di Andrea Pirlo tra esperimenti ed esasperazioni si è concluso a Barcellona dove ha finalmente trovato la cosa più vicina all’idea di Juventus che coltiva da agosto. Almeno per nove-undicesimi, perché Chiesa e Kulusevski, solo invitati alla festa del Camp Nou, possono ancora ritagliarsi spazi importanti nelle gerarchie, restando aggrappati a una maglia da...

di Gianmarco Marchini

Il tour di Andrea Pirlo tra esperimenti ed esasperazioni si è concluso a Barcellona dove ha finalmente trovato la cosa più vicina all’idea di Juventus che coltiva da agosto. Almeno per nove-undicesimi, perché Chiesa e Kulusevski, solo invitati alla festa del Camp Nou, possono ancora ritagliarsi spazi importanti nelle gerarchie, restando aggrappati a una maglia da titolare. Diversa la posizione di Paulo Dybala che di questa squadra rischia di diventare soltanto un souvenir. Di quelli molto costosi, ma che dentro casa non sai mai dove mettere. E sistematicamente finisci per parcheggiare in cantina o regalare a un parente.

La Juventus, però, non può permettersi di regalare il gioiello argentino che a giugno andrà in scadenza. La partita del rinnovo non è mai decollata veramente, per la troppa distanza tra richiesta (15 milioni) e offerta (10). Un’impasse cresciuta parallelamente all’involuzione di quello che la scorsa stagione è stato eletto dai suoi colleghi miglior giocatore della serie A. Le scelte di Pirlo hanno fatto il resto, togliendo gli ultimi dubbi al giocatore sempre più convinto che a Torino ci sia ormai poco spazio. Solo lui può far ricredere il tecnico, ma le fiches da mettere sul tavolo (anche della trattativa) sono poche: molte le ha già sprecate. Domenica potrebbe spendere un altro residuo gettone contro il Genoa, visto il secondo e ultimo turno di squalifica da scontare per Morata. Quella contro i rossoblù disperati di Maran penultimi a 6 punti, è la prima di quattro gare in dieci giorni. Un rush fino a Natale che delineerà ancor di più i contorni della Juve. Poi si aprirà il mercato, riacceso ieri dall’Inghilterra con un vecchio rumor: il Daily Mail rilancia l’addio di Paul Pogba già a gennaio, deluso dall’uscita dello United dalla Champions. Il francese, 4 scudetti in bianconero, potrebbe rientrare in uno scambio con Dybala che nello stadio dei sogni di Manchester proverebbe a riaccendere il suo di sogno.