Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
18 mag 2022

Piazza di Siena, porte aperte e anima green

Dal 26 al 29 maggio a Roma l’89esima edizione dello Csio: una parata di star senza più limitazioni al pubblico in uno scenario da sogno

18 mag 2022
paolo manili
Sport
David Will su C-Vier, vincitore del Rolex GP Roma 2021
David Will su C-Vier, vincitore del Rolex GP Roma 2021
David Will su C-Vier, vincitore del Rolex GP Roma 2021
David Will su C-Vier, vincitore del Rolex GP Roma 2021
David Will su C-Vier, vincitore del Rolex GP Roma 2021
David Will su C-Vier, vincitore del Rolex GP Roma 2021

di Paolo Manili

Presentata ieri, sullo stesso terreno che ospiterà le competizioni, l’imminente 89esima edizione del concorso ippico internazionale ufficiale (Csio 5*) di Roma Piazza di Siena-Master Fratelli D’Inzeo (26-29 maggio).

A illustrare caratteristiche tecniche e organizzative, oltre alle numerose novità, c’erano il presidente del Coni Giovanni Malagò, il direttore generale di Sport e Salute Diego Nepi Molineris e il presidente Fise, Marco Di Paola. Per l’Amministrazione di Roma Capitale sono intervenuti il sindaco Roberto Gualtieri, l’assessore alla Sport Alessandro Onorato. Non mancava il presidente della Regione Lazio, Luca Zingaretti.

Scenderanno in campo 84 cavalieri (30 italiani) di 15 nazioni (vero red carpet di autentiche "star") di cui 10 con la squadra, per un totale di 196 cavalli. Le 10 gare principali si svolgeranno sull’ovale in erba e quelle "di contorno" sul terreno in sabbia silicea dell’attiguo Galoppatoio, che prevede anche un quadrangolare di polo, preannunciato dalla sfilata a cavallo in via Condotti mercoledì 25. Il programma resta "classico": venerdì Coppa delle Nazioni Intesa San Paolo (in campo Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Olanda, Spagna, Canada e Usa). Sabato la gara delle "sei barriere" e domenica il Rolex Gran Premio Roma (h. 1,60 m). Rafforzato il montepremi, quest’anno di 900 mila euro complessivi (di cui 450 mila per il solo GP).

Lo storico evento romano, che si svolge in quello stupefacente parco pubblico che è Villa Borghese, dal 2017 è stato rilanciato non solo sul piano sportivo ma anche attraverso la riqualificazione e la manutenzione dell’intera area, con interventi sul verde e sugli aspetti monumentali e paesaggistici. In pratica il concorso ippico oggi contribuisce a mantenere in salute quella parte di Villa Borghese, con ricaduta benefica sull’ambiente e sulla cittadinanza. Sotto l’egida delle Istituzioni, il concorso ippico fa parte di una sorta di "Olimpiade di Roma", come l’ha definita Diego Nepi, e si aggiunge agli Internazionali di tennis per proseguire, all’interno del Parco del Foro Italico, con il Major di padel, il Grand Prix di taekwondo, i Mondiali di beach volley, per poi finire con il World Tour di skate al Colle Oppio.

"Abbiamo lanciato l’hashtag #ZeroDie – ha continuato Nepi – dove "Die" sta per Deforestazione, Impatto ambientale ed Emissioni, perchè lo sport porti un messaggio di sensibilizzazione sul tema dell’emergenza climatica". Fise e Sport e Salute quest’anno hanno sostituito la ghiaia dell’anello che circonda l’ovale di Piazza di Siena con una aggiunta di manto erboso, "disegnando" appunto lo "Zero" al centro dell’iniziativa di ecosostenibilità e a difesa degli alberi del pianeta. Insomma a Piazza di Siena si potrà anche toccare con mano l’anima green di questo sport affascinante.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?