SZCZESNY 6. Pronto nelle poche occasioni in cui serpeggia qualche rischio. DANILO 6,5. Vigore e lucidità ben mixati per inibire i Blues. DE LIGT 6,5. Non trema contro Lukaku, anzi. Bada al sodo. BONUCCI 7. Anche lui fa a sportellate con Romelu con un’efficacia da maestro. ALEX SANDRO 6,5. Evita inopportune sortite ma c’è....

SZCZESNY 6. Pronto nelle poche occasioni in cui serpeggia qualche rischio.

DANILO 6,5. Vigore e lucidità ben mixati per inibire i Blues.

DE LIGT 6,5. Non trema contro Lukaku, anzi. Bada al sodo.

BONUCCI 7. Anche lui fa a sportellate con Romelu con un’efficacia da maestro.

ALEX SANDRO 6,5. Evita inopportune sortite ma c’è.

BENTANCUR 6. Un recupero d’autore nel primo tempo su Havertz: lascia i lustrini a casa ma è più che prezioso.

LOCATELLI 6,5. La struttura del gioco poggia sui suoi piedi e le sue letture: non delude.

RABIOT 6. Errore enorme nel lanciare Bernardeschi a rete, poi sfodera un destro dei suoi che spaventa Mendy.

CUADRADO 6,5. Occupato a frenare l’arrembante Alonso in avvio, col passare dei minuti sfodera le sue qualità di incursore.

BERNARDESCHI 6,5. In un ruolo non suo sa aspettare: fino al momento buono per un assist al bacio. Un gol fallito nella ripresa, esce stremato.

CHIESA 8. La fiammata al 20’ è già il manifesto delle sue qualità. Vera anima della Juve: il gol fa esplodere uno Stadium che è tutto per lui.

Kulusevski 6. Mette la sua fisicità a protezione della vittoria.

Kean 6. Non sfutta un paio di occasioni interessanti.

Chiellini 6,5. La sua garra è una garanzia.

McKennie, sv.

All. ALLEGRI 8. Vince la partita a scacchi con Tuchel, sovvertendo ogni pronostico con una Juve giovanissima ma d’altri tempi. L’orgoglio sale al Max.

Voto squadra: 7,5

Chelsea: Mendy 6; Christensen 6 (Barkley sv), Thiago Silva 6, Rudiger 5.5; Azpilicueta 5.5 (Loftus-Cheek 6), Jorginho 6 (Chalobah 5.5), Kovacic 6, Alonso 5.5 (Chilwell 6); Ziyech 5.5 (Hudson-Odoi 6), Havertz 4.5; Lukaku 5. Tuchel 5. Voto squadra 5.

Paolo Grilli