La pesista azera Boyanka Kostova è stata squalificata per 8 anni a seguito della positività allo stanozololo nel controllo antidoping avvenuto nel maggio scorso, dopo il successo nel campionato europeo categoria fino a 59 chilogrammi nel sollevamento pesi. L’oro di Mosca andrà quindi alla russa Olga Te. La Kostova, 28 anni, nata a Plovdiv in Bulgaria, era già risultata positiva dopo il quinto posto a Londra 2012, alla stessa sostanza. Nel calcio, invece, nessun positivo fra i 354 calciatori sottoposti a controlli fra l’1 luglio 2020 e il 30 giugno 2021 nelle competizioni Fifa, comprese qualificazioni mondiali e olimpiadi: lo ha reso noto la Federazione internazionale.