Il soprannome ‘La Divina’? Dà il termomentro di quello che ho dato per il mio sport e ne sono felice". Federica Pellegrini si racconta a Valentina Marchei ai microfoni di Eurosport, nella prima di una serie di interviste alle campionesse italiane attese protagoniste ai Giochi di Tokyo. Alla prossima Olimpiade la 32enne veneta proverà a cancellare l’amarezza di Rio, quel podio mancato per un soffio ("Non volevo finire la mia carriera così, con quel pensiero di quel decimo secondo mancato"), consapevole del fatto che tutti si aspettano di vederla con una medaglia al collo. "Le aspettative non mi pesano", dice. A Tokyo calerà anche il sipario sulla sua straordinaria carriera. "Non vedo per adesso eredi a livello giovanile nella mia gara ma c’è già un ricambio generazionale forte".