Victor Osimhen, 22 anni, 5 gol quest’anno in campionato col Napoli
Victor Osimhen, 22 anni, 5 gol quest’anno in campionato col Napoli
Il Milan lancia l’operazione sorpasso ma il Napoli la respinge riportandosi in vetta a punteggio pieno dopo otto giornate. Come il Verona aveva messo in difficoltà i rossoneri. così il Torino mette i bastoni tra le ruote alla squadra di Spalletti, che passa solo nel finale con Osimhen dopo avere sbagliato un rigore con Insigne e colpito un palo con Lozano. Ora la corsa scudetto sembra ristretto a Napoli e Milan, separati da due punti e con ampio margine sulle...

Il Milan lancia l’operazione sorpasso ma il Napoli la respinge riportandosi in vetta a punteggio pieno dopo otto giornate. Come il Verona aveva messo in difficoltà i rossoneri. così il Torino mette i bastoni tra le ruote alla squadra di Spalletti, che passa solo nel finale con Osimhen dopo avere sbagliato un rigore con Insigne e colpito un palo con Lozano. Ora la corsa scudetto sembra ristretto a Napoli e Milan, separati da due punti e con ampio margine sulle inseguitrici.

Emozioni allo stadio Maradona tra il Napoli di Spalletti e il Toro che Juric ha portato a un rendimento superbo. Nonostante l’infortunio precoce di Mandragora i granata imbrigliano gli azzurri, con Bremer degno avversario dello scalpitante Osimhen. Singo fende la fascia, ma Di Lorenzo non gli è da meno e guadagna un rigore che Milinkovic-Savic para a Insigne. Poi l’esterno napoletano segna di testa su punizione ma il Var annulla per un fuorigioco di centimetri, Lozano colpisce il palo, ma il Toro non è in soggezione: Brekalo ha due ghiotte occasioni, e nella prima Ospina compie un miracolo. Entrano Belotti e Mertens ma la gara sembra impantanata, quando il Napoli, che non ci sta e attacca con furore, trova la deviazione vincente di testa di Osimhen. Ottimo Toro ma Napoli sempre più consapevole che può essere la sua annata.

Si infiamma intanto anche la lotta per i posti Champions. L’Inter perde terreno sulle due battistrada dopo il ko contestato con la Lazio. Al gruppo che comprende Roma, Juve, Lazio e Fiorentina (che posticipa oggi col Venezia) si aggiunge il ritorno dell’Atalanta che torna a ruggire schiantando l’Empoli con una doppietta di Ilicic e il 100° gol di Zapata. L’Atalanta prepara al meglio la trasferta di Manchester con un netto successo in casa dell’Empoli di Andreazzoli. Ilicic segna una doppietta, i toscani reagiscono avvicinandosi con uno spunto di Di Francesco, poi tante occasioni, ma il vantaggio arriva su autogol di Viti. L’Atalanta controlla, gestisce, fa entrare Zapata, rche fissa il 4-1 nel finale.

Rovente la corsa salvezza perchè il Cagliari lascia l’ultimo posto centrando il primo successo a spese della Sampdoria, e a chiudere è di nuovo la Salernitana che ha licenziato Castori ingaggiando Colantuono. Pari in rimonta per il Genoa col Sassuolo e tra Udinese e Bologna che non ha sfruttato appieno avere giocato un’ora in superiorità numerica.