Pezzuto di Lecce 6.5.

Direzione "all’inglese", il fischietto lascia giocare spesso e volentieri palesando sicurezza nelle decisioni prese: la mancanza di episodi dubbi o interventi particolarmente difficili lo agevola nel compito di arbitrare una gara dove i cartellini estratti sono stati solo due, sventolati a Forte e Caldara. Fiscale sulle posizioni, mantiene sempre la giusta posizione in campo e, forse seguendo il consiglio di Pioli, parla poco, il necessario per spiegarsi con i 22 in campo. Sicurissimo nel non dare il rigore al Milan per fallo su Tonali nel secondo tempo. Sull’1-0 ha controllato con l’ausilio del Var la posizione dei giocatori del Milan, tutti allineati perfettamente sul filo del fuorigioco.