"Il signor Murray e le altre 1.240 persone che fanno parte del torneo Australian Open devono dimostrare che, prima di viaggiare verso Melbourne, siano risultati negativi ai test Anticovid". Le parole del ministro della Salute australiano, Martin Foley, non lasciano scampo e restano scolpite sul campo del Melbourne Park. "Se il signor Murray dovesse risultare positivo prima di partire per Australia, non gli verrà concesso il permesso di sbarcare", ha aggiunto l’esponente di governo del Paese dei canguri, dopo avere appreso della positività del tennista scozzese (nella foto), 33 anni, attualmente in quarantena nella propria dimora londinese.