Valentino Rossi
Valentino Rossi

Milano, 28 aprile 2021 - Dal 2022, e per almeno quattro anni, il team VR46 gareggerà in MotoGp. Questo grazie alla partnership con Tanal Entertainment Sport & Media, la holding che fa capo al principe arabo Abdulaziz bin Abdullah Al Saud. L'accordo coinvolge anche anche altri partner internazionali, come Hyundai, WithU e Monster Energy. "Tanal Entertainment Sport & Media, la holding di Sua Altezza Reale Principe Abdulaziz bin Abdullah Al Saud, è lieta di annunciare un importante accordo strategico con VR46 Team, la società di Valentino Rossi, per il prossimo futuro del Moto GP - si legge nel comunicato ufficiale - Nel 2022 il VR46 Team debutterà nella classe MotoGP assieme a Tanal Entertainment Sport & Media con Saudi Aramco come nuovo Main Sponsor per il periodo 2022-2026: in pista il nuovo Aramco Racing Team VR46 con il sostegno da altri importanti sponsor del panorama mondiale".

Quale moto? 

Dopo l'ormai consolidata esperienza nella Moto2 e l’addio alla Moto3 nel 2021, nella prossima stagione la squadra di Rossi potrà quindi correre autonomamente in MotoGp. Sì, ma con quale moto? C'è grande incertezza a riguardo: in pole c'è la Yamaha, con la quale il Dottore lavora ormai da anni. Le alternative sono rappresentate dalla Ducati e dall'Aprilia, anche se non va esclusa la pista Suzuki, che al momento non può contare su un team satellite, ma solo sulle due moto ufficiali. A prescindere dalla scuderia sulla quale ricadrà la scelta, essa non influenzerà in alcun modo il percorso da pilota di Rossi, che al termine di questa stagione dovrà decidere se continuare o meno la propria carriera. 

Leggi anche: MotoGp Jerez 2021, orari tv, circuito e precedenti