Valentino Rossi (foto Alive)
Valentino Rossi (foto Alive)

Roma, 29 gennaio 2020 - Fine corsa per Valentino Rossi in Yamaha. La casa giapponese ha deciso che dal 2021 una delle moto ufficiali che corrono in MotoGp sarà affidata a Fabio Quartararo, e non più al Dottore che viene così, nei fatti, scaricato. La notizia, arrivata dalla Spagna, viene ufficializzata in un comunicato dalla Yamaha. Il francese farà coppia con Maverick Vinales. Il team fa sapere che una decisione sul futuro del numero 46 verrà presa di comune accordo a metà stagione.

A Valentino Rossi, il cui contratto scade al termine della stagione 2020, sarebbe stato offerto un posto nel team satellite Petronas, quello per cui lo scorso anno ha gareggiato Quartararo. La mossa della Yamaha giunge, non totalmente inaspettata, il giorno dopo l'ufficializzazione del prolungamento di Vinales. Si sapeva da tempo che la casa di Iwata stava decidendo tra Rossi e Quartararo, a quanto pare il 20enne francese l'avrebbe spuntata sul Dottore. Come riportato da Marca, le indicazioni dal Giappone sono state chiare: puntare su queste giovani promesse, anche per allontanare le avances della Ducati, contrariamente alle intenzioni di Lin Jarvis e Massimo Meregalli legati a Valentino.

A Quartararo sarebbe stato proposto un accordo biennale. L'opzione 'Petronas', a quanto si apprende, non verrebbe disdegnata dallo stesso Rossi che lì ritroverebbe o Franco Morbidelli, o suo fratello, Luca Marini. Per il nove volte campione del mondo, 41 anni il prossimo 16 febbraio, l'alternativa sarebbe quella del ritiro.

Le parole di Valentino

Valentino Rossi non molla e rilancia. Messo agli atti che il 2020 sarà il suo ultimo anno nel team ufficiale Yamaha, il pilota italiano è intenzionato a correre anche nel 2021, se ci saranno le condizioni. "Il mio primo obiettivo è essere competitivo quest'anno e continuare la mia carriera come pilota MotoGP anche nel 2021 - dice il Dottore -. Prima però devo avere risposte che solo la pista e le prime gare possono darmi".

Il rinnovo di Vinales

Ieri il rinnovo di Maverick Vinales fino al termine della stagione 2022. Lo spagnolo, con la casa di Iwata dal 2017, si è classificato terzo nel mondiale MotoGp al primo anno con Yamaha, quarto nel 2018 e al termine del 2019 si è assicurato il terzo posto in campionato. Vinales ha vinto sei gare in sella alla M1 e ottenuto 19 podi, nove pole position e ha concluso 55 Gran Premi insieme al costruttore giapponese.