np_user_4025247_000000
MANUEL MINGUZZI
Motomondiale

MotoGp, Valentino Rossi: “Bezzecchi può lottare per il titolo”

Il nove volte campione del mondo si gode i piloti della Academy in vetta al Motomondiale

Roma, 15 aprile 2023 - In attesa di capire chi la spunterà nel gran premio delle Americhe di Austin, con Pecco Bagnaia in grande spolvero sia sul passo che sul giro secco, Marco Bezzecchi invece più in difficoltà, Valentino Rossi si gode i suoi piloti in vetta al mondo. L’Academy continua a produrre talenti e lo scopo per cui era stata creata è stato ampiamente raggiunto. La classifica mondale vede il Bez avanti di nove punti su Pecco, caduto a Termas de Rio Hondo, ma ad Austin il pilota ufficiale Ducati appare più in palla come dimostrato con la pole position e il nuovo record della pista e potrebbe riprendersi la vetta. Ma in generale i piloti italiani continuano a stupire e dietro ai grandi successi degli ultimi anni c’è sicuramente la Academy VR 46 di Valentino Rossi.  

Il Dottore è sicuro: “Bez può lottare per il titolo”

Dominio totale sotto la pioggia per Marco Bezzecchi in Argentina, ma il pilota del Team Mooney già al suo primo anno di Moto gp aveva messo in mostra delle doti interessanti sia di velocità che di costanza. E poi guida una Ducati, la migliore moto in circolazione. Il team, gestito da Angel Nieto che lo ha accompagnato dalla Moto 3 fino alla Moto gp, è molto di stampo familiare e costruito da tecnici che Vale Rossi conosce bene, come ad esempio il capo tecnico Matteo Flamigni, per anni al fianco del nove volte campione del mondo nel team Yamaha. E proprio su questo conta Rossi, ben sapendo che Bezzecchi può trovarsi bene in un team di gente che conosce e, dunque, potrebbe insidiare Bagnaia, vero erede del campione di Tavullia, nella lotta al titolo. “Vedendo come lavora la squadra e come vanno le moto, Bezzecchi può lottare per il mondiale - le parole del Dottore a Sportweek - Credo che il segreto sia la squadra fatta di gente nostra, amici che hanno già lavorato con noi”, l’analisi di Rossi che poi si sposta sulla qualità della moto “La Ducati è una moto da paura, fa la differenza. Tra Pecco e Bez c’è una rivalità di quelle giuste, in cui c’è stima e lealtà. Si allenano insieme al ranch e questo è di aiuto”. E anche Austin potrebbe essere duello, perché Bezzecchi ha iniziato con qualche difficoltà, ma poi è riuscito a risollevarsi con la quinta posizione in griglia mentre Bagnaia parte dalla pole. E dire che dopo la prima giornata il Bez non era soddisfatto: “Sono un po’ in difficoltà - aveva affermato - Faccio fatica a guidare bene e faccio fatica a far girare la moto. Resta comunque una pista faticosa anche per il fisico e bisognerà gestirsi. L’asfalto? Hanno fatto dei lavori ma probabilmente non per noi bensì per le auto. Hanno sistemato curva 19, ma all’interno e in quel punto noi non passiamo”. La gara lunga è in programma domenica 16 aprile alle ore 21 italiane. Leggi anche - Moto gp Austin, super Bagnaia: è pole position