MotoGp, Valentino Rossi (foto Ansa)
MotoGp, Valentino Rossi (foto Ansa)

Sachsenring (Germania), 6 luglio 2019 - La 'bomba' di Petrucci che cade nel giro lanciato e fa venire brividi di paura e la 'dittatura' di Marquez che mette la firma sulla decima pole consecutiva al Gp di Germania. Queste le due foto delle qualifiche del Sachsenring, qualifiche che poi accendono i riflettori anche su un altro paio di temi con cui sta andando in archivio la prima metà del Mondiale, alla vigilia della sosta estiva.

Argomento numero uno: Valentino Rossi. Un'altra caduta, il rischio di non sbarcare in Q2 per la caccia alla pole e infine un tempo non proprio esaltante. Traduzione, nonostante le sensazioni positive snocciolate dallo stesso numero 46, il periodo in salita continua. Eccome. Decisiva sarà appunto la sosta del Mondiale che Rossi dovrà sfruttare per rigenerare il feeling con la Yamaha. La moto d'altra parte adesso c'è e la continuità di piazzamenti e risultati di Quartararo e Vinales significa che la M1 ha trovato la quadra. E all'appello manca solo Valentino.

Questione numero due: le Ducati. Altro week end di sofferenza. Con Dovizioso e Petrucci arrabbiati sì per gli ostacoli subiti nei giri che potevano valere una griglia di partenza migliore, ma delusi anche da un passo gara non arriva come nei primissimi Gp del 2019. Marquez sta andando in fuga e nella bagarre per il titolo stanno arrivando anche Quartararo e Vinales. Serve una scossa per recuperare e ripartire, altrimenti il Mondiale sarà di nuovo una chimera.

MotoGp Germania 2019, orari tv (diretta Sky e differita Tv8)