Valentino Rossi a Valencia festeggiato da team e tifosi (Ansa)
Valentino Rossi a Valencia festeggiato da team e tifosi (Ansa)

Valencia, 14 novembre 2021 - Finisce con un decimo posto la carriera di Valentino Rossi in MotoGp. A Valencia è andato in scena l'ultimo gran premio della stagione e l'ultima gara del Dottore che passa simbolicamente il testimone a Francesco Bagnaia. Un gp da incorniciare: Pecco è il vincitore sul Ricardo Tormo, Vale centra l'obiettivo di chiudere nei primi 10 (è 18esimo nella classifica generale). Al traguardo l'omaggio di tutto il circuito per il pesarese.

Uno striscione gigante ('grazie per lo spettacolo') campeggia in curva mentre Rossi fa il giro di onore in solitaria e le telecamere in tv inquadrano le lacrime della compagna Francesca Sofia Novello, incinta di una bambina. Poi il pilota di Tavullia viene sollevato in aria. Si leva l'urlo: "Dottore, dottore". Intanto Quartararo termina il giro di pista con la bandiera gialla di Valentino. Il pubblico di 70mila persone è in piedi. 

E' il momento della premiazione con l'inno d'Italia che risuona per Pecco, ma un po' anche per Rossi, che cede alle lacrime mentre viene sommerso di abbracci e champagne. Grande festa nel box. "Oh ho fatto una gara mica male", commenta lui, prima di abbracciare Francesca commossa. 

MotoGp Valencia: orari tv 

La gara: tripletta Ducati

Francesco Bagnaia ha vinto  il Gran Premio della Comunitat Valenciana, ultima prova stagionale del Mondiale MotoGp. Il pilota della Ducati chiude con il quarto successo stagionale un'annata da incorniciare. Dietro 'Pecco' il giovane spagnolo Jorge Martin (Ducati Pramac) che si prende il secondo posto dopo la pole position del sabato. Il podio è completato da Jack Miller (Ducati), bravo a tenere alle spalle Joan Mir (Suzuki) e il campione del mondo Fabio Quartararo (Yamaha). Valentino Rossi è decimo, dietro ad Aleix Espargaro. Fuori già nei primi giri invece Alex Rins (Suzuki), ma senza conseguenze fisiche. 

false

Bagnaia: "Devo tutto a Vale"

"Un momento molto emozionante, con un casco così si poteva solo vincere - sono le parole di Bagnaia a caldo - Mi ha dato una gran forza. L'unico modo per celebrare il più grande di tutti. Alla fine ci siamo fermati a bordo pista, un momento bellissimo, con le moto che fumavano e per poco non prendevano fuoco. L'ho abbracciato e secondo me sono riuscito a trasmettergli quello che provo per lui. Tutta la gratitudine per ciò che ha fatto. Senza di lui non sarei stato così, io". 

Rivivi il live

MotoGp, la classifica finale

1 Quartararo (Yamaha) - 278 - Campione del mondo
2 Bagnaia (Ducati) - 252
3 Mir (Suzuki) - 208
4 Miller (Ducati) - 181
5 Zarco (Ducati Pramac) - 173
6 Binder (KTM) - 151
7 M. Marquez (Honda) - 142
8 A. Espargaro (Aprilia) - 120
9 Martin (Ducati Pramac) - 111
10 Vinales (Yamaha) - 106
11 Bastianini (Ducati Esponsorama) - 102
12 P. Espargaro (Honda) - 100
13 Rins (Suzuki) - 99
14 Oliveira (KTM) - 94
15 Nakagami (Honda Lcr) - 76
16 A. Marquez (Honda Lcr) - 80
17 Morbidelli (Yamaha Petronas) - 47
18 Rossi (Yamaha Petronas) - 44
19 Marini (Ducati Esponsorama) - 41
20 Lecuona (Ktm Tech 3) - 39
21 Petrucci (KTM Tech 3) - 37
22 Bradl (Honda) - 14
23 Pirro (Ducati Pramac Racing) - 12
24 Dovizioso (Yamaha Petronas) - 12
25 Pedrosa (KTM) - 6
26 Savadori (Aprilia) - 4
27 Rabat (Ducati Pramac Racing) - 1