Francesco Bagnaia al Mugello (Ansa)
Francesco Bagnaia al Mugello (Ansa)

Scarperia e San Piero (Firenze), 28 maggio 2021 - Pecco Bagnaia, su Ducati team Lenovo, ha fatto segnare il miglior tempo nelle seconde prove libere sul circuito del Mugello, dove, dopo un anno di stop causa Covid, torna il Gran Premio d'Italia di MotoGp.

MotoGp Mugello: Gp d'Italia in diretta

MotoGp: le qualifiche al Mugello

Si accendono al meglio i motori del lunghissimo weekend da vivere sul circuito di Scarperia e San Piero, pronto a regalare di nuovo spettacolo. Ed è normale la grande attesa per i piloti italiani. Dopo il successo di Jack Miller a Le Mans, le speranze tricolore sono sulla Ducati, assoluta protagonista di questa avvio di stagione.

Nella sessione di prove libere pomeridiana Bagnaia ha sorpreso tutti nell'ultimo giro utile, piazzando, con il miglior tempo della giornata (1'46"147), la sua Ducati davanti alla Suzuki dello spagnolo Alex Rins di 71 millesimi e alla Yamaha di Franco Morbidelli di 184 millesimi. Quarto crono per Fabio Quartararo. Seguono le due KTM, quelle del sudafricano Brad Binder e del portoghese Miguel Oliveira. 
Nella classifica combinata tra i tempi della prima sessione, la mattina, e della seconda, questo pomeriggio, nella top ten troviamo anche il giapponese della Honda Takaaki Nakagami, gli  spagnoli Maverick Vinales, su Yamaha, e Aleix Espargaro, su Aprilia. L'australiano Jack Miller, su Ducati, chiude la classifica dei primi dieci. Indietro anche Marc Marquez, su Honda, e Valentino Rossi, su Yamaha, è 21esimo: penultimo di giornata.

Nella prima sessione di prove libere il miglior tempo era stato di Maverick Vinales. Sabato in programma prima la terza sessione, decisiva per l'accesso alle qualifiche che porteranno alla griglia di partenza della gara di domenica. In pista anche Moto2 e Moto3.

Bagnaia, miglior tempo nelle libere al Mugello

Gp al Mugello: i temi

Tanti riflettori sono accesi su Valentino Rossi. Sarà questo l'ultimo Mugello per Valentino? "A luglio, quando avremo un mese di pausa, deciderò il mio futuro - ha detto Rossi -. Dovrò parlare con Petronas e Yamaha per capire i programmi. Io so bene che tutto dipenderà dai risultati, perché magari un posto lo troverei anche ma non avrebbe molto senso. Senza dubbio queste quattro gare sono importanti per cercare di fare buoni risultati". Nel frattempo potrebbero esserci altri annunci ufficiali, per esempio sulla moto per il team VR46 in MotoGp il prossimo anno, anche se Rossi frena su un accordo con Ducati: "Per il prossimo anno il team sta parlando con Ducati e Yamaha, vedremo. Non siamo vicini ma penso che potremo avere notizie tra 10 giorni o la settimana prossima".

Dopo la doppietta firmata fra Portogallo e Francia, uno dei personaggi del Mugello è senza dubbio Jack Miller: "Sono reduce da un paio di settimane fenomenali. E' stato assurdo per me rinnovare il contratto dopo queste due vittorie. Il Mugello? E' un circuito che adoro, penso che lo adorino un po' tutti. Ci era mancato l'anno scorso".

Insieme a Miller, punta alla vittoria anche l'altro pilota Ducati, Pecco Bagnaia: "Sarebbe grandioso vincere la mia prima gara di MotoGp al Mugello, ma il mio obiettivo ora è essere costante e competitivo in tutto il weekend. Al momento penso a essere competitivo come nelle ultime gare. Il Mugello è una pista che mi piace, dove la Ducati si adatta molto bene".

Gp d'Italia Oakley, rivivi FP1 e FP2 live

MotoGp: prima sessione prove libere

Maverick Vinales ha realizzato il miglior tempo nella prima sessione di prove libere di MotoGp. Lo spagnolo della Yamaha ha firmato il cronometro in 1'46"593. Alle sue spalle il francese Johann Zarco su Ducati (+0"209) e lo spagnolo Alex Rins su Suzuki (+0"359). Quarto posto per l'altra Suzuki di Joan Mir davanti a Franco Morbidelli e a Francesco Bagnaia. Completano la top ten Michele Pirro (Ducati Pramac), Fabio Quartararo (Yamaha), Jack Miller (Ducati) e Miguel Oliveira (KTM). Nelle retrovie Marc Marquez (Honda) e Valentino Rossi , rispettivamente 16° e 17°.

Moto3: le prove libere

Andrea Migno è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere di Moto3. Il romagnolo della Honda ha fermato il cronometro in 1'57"724, precedendo il connazionale Romano Fenati su Husqvarna di 495 millesimi e lo spagnolo della KTM Jaume Masia di 0"663. FP1 positive per i piloti di casa, con Niccolò Antonelli (KTM) quarto e Dennis Foggia (Honda) settimo. La Moto3 tornerà in pista alle 13.15 per le FP2.

Darryn Binder è invece stato il più veloce nelle FP2. Il sudafricano ha fermato il cronometro in 1'56"661, precedendo le altre Honda di Foggia (+0"196) e di John McPhee (+0"281). Quarto Fenati, ottavo Antonelli (KTM) e nono Migno (Honda). Bene anche le KTM di Riccardo Rossi e Stefano Nepa, rispettivamente undicesimo e tredicesimo. In attesa delle FP3 di sabato, restano fuori dai migliori quattordici i primi due della classifica mondiale, gli spagnoli Pedro Acosta (KTM) e Sergio Garcia.

Questi i migliori tempi al termine delle prove libere del venerdì.

1. Darryn Binder (Rsa) Honda 1'56"661
2. Dennis Foggia (Ita) Honda 1'56"857
3. John McPhee (Gbr) Honda 1'56"942
4. Romano Fenati (Ita) Husqvarna 1'57"170
5. Gabriel Rodrigo (Arg) Honda 1'57"256
6. Tatsuki Suzuki (Jpn) Honda 1'57"297
7. Deniz Oncu (Tur) KTM 1'57"325
8. Niccolò Antonelli (Ita) KTM 1'57"380
9. Andrea Migno (Ita) Honda 1'57"497
10. Jaume Masia (Esp) KTM 1'57"543








Moto2: le prove libere

Nella prima sessione di prove libere di Moto2 si è imposto Joe Roberts (Kalex) con il crono di 1'51''746, seguito a 238 millesimi dal leader del campionato, Remy Gardner (Kalex) e a 258 millesimi da Sam Lowes (Kalex). Il primo degli italiani è stato Tony Arbolino (Kalex), 5/o, mentre Marco Bezzecchi (Kalex) si è piazzato 8/0. Decimo Fabio Di Giannantonio (Kalex) e 16° Lorenzo Baldassarri (Mv Agusta), seguito da Celestino Vietti Ramos (Kalex). Alle 15.10 il via alla seconda sessione di prove libere.

Sam Lowes è stato il più nella seconda sessione di prove libere di Moto2. Il pilota britannico della Kalex ha fermato il cronometro in 1'51"385, rifilando 184 millesimi allo spagnolo Raul Fernandez su Kalex e 0"308 all'altro iberico Jorge Navarro (Boscoscuro). Il migliore degli italiani, quarto nelle FP2 e quinto nella combinata, è Marco Bezzecchi su Kalex. Poi le Kalex di Tony Arbolino e Fabio Di Giannantonio, anche loro nei primi quattordici della classifica combinata rispettivamente con il sesto e l'ottavo tempo. 

Questi i migliori tempi al termine delle prove libere del venerdì:

1. Sam Lowes (Gbr) Kalex in 1'51"385 alla media di 169.5 Km/h 
2. Raul Fernandez (Esp) Kalex 1'51"569 
3. Jorge Navarro (Esp) Boscoscuro 1'51"693 
4. Joe Roberts (Usa) Kalex 1'51"746 
5. Marco Bezzecchi (Ita) Kalex 1'51"850 
6. Tony Arbolino (Ita) Kalex 1'51"976 
7. Remy Gardner (Aus) Kalex 1'51"984 
8. Fabio Di Giannantonio (Ita) Kalex 1'52"007 
9. Xavi Vierge (Esp) Kalex 1'52"081 
10. Augusto Fernandez (Esp) Kalex 1'52"351.








Circuito

Il tracciato è situato nella splendida campagna toscana a 30 chilometri a nordest di Firenze. Il Mugello, di proprietà Ferrari dal 1988, è lungo 5.245 metri ed è famoso per le sue curve e contro curve tra sali e scendi e staccate dure in discesa. Combina curve veloci a curve lente, soprattutto consente sorpassi quasi ovunque. Primo gran premio nel 1976, poi la completa ristrutturazione del 1991 e da allora il Mugello è appuntamento immancabile nel calendario iridato. Possibilità di sorpasso in curva 1 dopo il lungo rettilineo di box, in curva 4 alla Materassi, in curva 10 alla Scarperia, con azzardo anche al Correntaio e all’ultima, cioè la Bucine. Velocità massima di 330 orari su rettilineo principale.