Il podio di Portimao (Ansa)
Il podio di Portimao (Ansa)

Roma, 18 aprile 2021 - Quartararo: eccolo il vero favorito al Mondiale di Motogp 2021. Rossi non c’è più, mentre Bagnaia può davvero essere la bella sorpresa della stagione. Zarco getta nella ghiaia un'occasione d'oro.

La gara di Portimao

Fabio Quartararo, 10

Indemoniato e vincente. Completa una gara molto complicata, ma lo fa con la testardaggine del campione. Se Marquez non tornerà ad essere il Fenomeno, Fabio sarà l'uomo da battere.

Pecco Bagnaia, 9

Paga a carissimo prezzo la penalizzazione che gli ha tolto la pole di sabato, ma per il passo gara, la potenza della sua Desmo e la sua voglia di essere  numero uno, Pecco può regalarsi un super 2021.

Joan Mir, 8

Sta ripetendo la galoppata del 2020. E’ sempre lì, è costante nel risultato e ha ripreso a mettere in fila una continuità da numero uno. Occhio ragazzi, perché Mir è il campione del Mondo e ha una voglia matta di concedersi il bis.

Marc Marquez, 8

Nessuno se lo sarebbe aspettato subito in battaglia con questa cattiveria. Non voleva vincere, non cercava il podio, e così il settimo posto è un condensato di grinta, energia e voglia di essere di nuovo lì a gridare al mondo che il Re sarà di nuovo lui.

Franco Morbidelli, 8

Ha lanciato un segnale importantissimo. Bella prestazione e la distanza dal podio è davvero (e ormai) al minimo. Che si sia messo definitivamente il doppio Qatar alle spalle? Pare di sì. A Jerez la riprova definitiva.

Aleix Espargaro, 7

Applausi all'impegno e al modo in cui riesce a sfruttare al meglio e spremere la sua ottima Aprilia.  Porta a casa punti pesantissimi e il prossimo obiettivo è il podio. Sogno che può diventare realtà.

Alex Rins, 4,5

Per oltre metà gara poteva essere il vincitore virtuale. Magari avrebbe dovuto vedersela con Quartararo, ma la sua Suzuki non è seconda a nessuno. E tantomeno alla Yamaha. Chiede troppo alla sua moto e cade. No, così non si fa.

Johann Zarco, 4,5

Stesso discorso fatto per Rins. No, Zarco se vuole rimanere fra i candidati al Mondiale non può andare troppo oltre. Ha una Ducati (Pramac) potentissima, ha il ‘polso’ giusto, ma strafare non gli conviene altrimenti va a finire come a Portoimao. Giù a terra e addio punti.

Valentino Rossi, 4,5

L’incubo continua. Sempre lontano da tutto e da tutti, dalle libere alla gara, finisce nel peggiore dei modi anche quella voglia di riscatto e di arrivare nel gruppo dei primi 10 che forse è l'unica ragione che può spingere Valentino in questa prima fase del 2021. Che tristezza.