Pecco Bagnaia
Pecco Bagnaia

Bologna, 12 aprile 2020 – Tanto divertimento, tante risate, tante cadute killer. Il gp virtuale di Austria ha divertito tutti, c’è stata bagarre, spettacolo e mezz’oretta di svago per i tifosi confinati a casa. La vittoria è comunque italiana con Pecco Bagnaia su Ducati davanti a Maverick Vinales, terzo Alex Marquez davanti al fratello, mentre Rossi ha recuperato col passare dei giri fino al settimo posto.

LE PAGELLE DI RICCARDO GALLI

DUELLO ALL’ULTIMA CURVA – Le mini qualifiche si erano chiuse con la pole di Bagnaia davanti a Vinales, Rossi in difficoltà e ultimo con oltre tre secondi di ritardo. Sono cinque piloti in mezzo secondo, ovvero quelli che erano stati i migliori nel primo appuntamento: oltrea Bagnaia e Vinales, i due Marquez e Quartararo. Non ci sono rischi, si cerca il limite e oltre: già alla prima curva a destra maxi caduta di cinque piloti innescata da Rabat. In pole Bagnaia che scappava con Maverick Vinales mostrando un ritmo superiorementre dietro Takaaki Nakagami alla kamikaze stendeva a turno i fratelli Marquez. Rossi, partito ultimo, provava la rimonta. Alla fine il successo è andato a Pecco Bagnaia, che era stato sorpassato da Maverick Vinales a tre giri dal termine, ma il pilota Ducati è riuscito a riprendersi la vetta a tre curve dalla fine. Secondo lo spagnolo. In terza piazza si è piazzato Alex Marquez, che aveva vinto il primo appuntamento sul tracciato del Mugello, poi il fratello Marc, quinto Quartararo, caduto più volte, sesto Petrucci, settimo Rossi che ha rimontato nella seconda parte, poi Nakagami, Pirro e Rabat.