Valentino Rossi
Valentino Rossi

Valencia, 13 novembre 2021 – Sarà un’ultima gara combattuta quella di Valencia che va a chiudere la stagione 2021 e a ultimare la carriera di Valentino Rossi. Ancora Ducati sugli scudi, bene Miller, Bagnaia e Martin, ma attenzione alla Suzuki di Mir e alla Honda di Nakagami, ottima anche l’Aprilia di Espargaro con Morbidelli e Rossi in crescita.

Feeling

Prove libere indicative a metà, venerdì di pioggia, sabato di sole mentre domani in gara dovrebbe essere asciutto. Dicevamo delle Ducati competitive, soprattutto Miller, sempre veloce in tutte le condizioni, ma anche Bagnaia ha trovato feeling su una pista per lui complicata. Il terzo incomodo può essere Martin, ma lo spagnolo appare più veloce sul giro singolo che sul passo gara. In ottica gara attenzione alla Suzuki di Joan Mir e all’Aprilia di Aleix Espargaro, mentre in casa Honda il migliore è stato il giapponese Nakagami con Marquez a casa per diplopia e Pol Espargaro infortunato dopo una brutta caduta in Fp3. In risalita anche Franco Morbidelli, ma sulla sua gara peserà la tenuta del ginocchio che tanti tormenti gli ha dato in stagione. E Valentino Rossi? Meglio. Venerdì disastroso in ultima posizione, ma al sabato ha trovato una quasi insperata qualificazione al Q2. Potrebbe puntare alla top ten. In ripresa anche Dovizioso, sempre in zona punti. Fabio Quartararo ha faticato per tutto il weekend salvo trovare un buon passo in Fp 4. Il ritmo vittoria dovrebbe essere sul 31 basso.

Strategie

Soliti tre compound, morbido, medio e duro, portati da Michelin, ma con spalla asimmetrica dato l'alto numero di curve a sinistra. Considerando le temperature non altissime, circa 18 gradi nell'aria, sarà difficile far entrare gli pneumatici nella giusta finestra, ma le Fp4 sembrano disegnare una gara con hard all'anteriore e media al posteriore.

Leggi anche  - Moto gp, gli orari di Valencia