Franco Morbidelli (Ansa)
Franco Morbidelli (Ansa)

Alcaniz (Spagna), 25 ottobre 2020 - Franco Morbidelli trionfa al Gran Premio di Teruel, undicesimo appuntamento del Mondiale di MotoGp. Nel secondo weekend consecutivo al Motorland di Aragon cade subito Takaaki Nakagami e l'italiano ne approfitta per condurre una gara davvero strepitosa e agguantare il secondo successo in carriera nella MotoGp. Morbidelli al primo posto dunque, davanti ad Alex Rins e Jack Miller.  Quarto posto per Pol Espargaro davanti a Johann Zarco, mentre è solamente ottavo il francese Fabio Quartararo. La leadership del Mondiale resta nelle mani dello spagnolo Joan Mir, in testa senza pole e senza vittorie, in una stagione che ha visto 8 vincitori e 6 poleman diversi in 11 gare. Fuori dalla top-10 e tredicesimo un mai competitivo Andrea Dovizioso.

Avvio di gara fatale per Takaaki Nakagami (Honda), il più veloce tra venerdì e sabato e poleman dopo le qualifiche, caduto in solitaria. Scontro senza conseguenze fisiche al primo giro anche tra Jack Miller (Ducati) e Brad Binder (Ktm). Tra le Ducati ritiro al quinto giro per un problema tecnico di Francesco Bagnaia, mentre il team Repsol perde Alex Marquez - in lotta per il podio - a causa di una scivolata a 10 giri dal termine.

MotoGp, rivivi la diretta del Gp Teruel

Moto3, vince Masia

Jaume Masia vince in Moto3. Il pilota spagnolo in sella alla Honda, precede Ayumu Sasaki e a Kaito Toba, che completano il podio. In top-10 tra gli italiani ci sono Celestino Vietti che ha chiuso in quinta posizione e Tony Arbolino, decimo. In classifica generale piloti, Celestino Vietti riesce a limitare i danni e perde appena due punti,restando terzo dietro a Ogura, dal leader Arenas, che chiude quarto.

Moto2, vola Lowes

Sam Lowes trionfa in Moto2. Il pilota britannico in sella alla Kalex precede Fabio Di Giannantonio (Speed Up) e Enea Bastianini (Kalex), volando in testa alla classifica del Mondiale. Gara dominata per Lowes che va a prendersi il terzo successo consecutivo in campionato. Undicesimo Luca Marini, mentre arriva un altro 'zero' per Marco Bezzecchi che cade a metà gara.

Marquez si opera ancora?

Intanto non arrivano buone notizie su Marc Marquez. Entro due settimane, ci sarà un consulto Marquez e il suo entourage medico per valutare una terza operazione al braccio destro infortunato la scorsa estate. Lo ha annunciato Sky Sport. Sembra scontato dunque che il campione del mondo non rientrerà nel Mondiale 2020. Il 27enne catalano nelle ultime settimane infatti sente 'strane sensazioni al braccio' e dopo consulti con una clinica statunitense, si sta valutando un terzo intervento. Il pilota spagnolo della Honda pochi giorni fa aveva smentito la necessità di una terza operazione al braccio. 

Circuito

Il tracciato del Motorland di Aragon è situato nella Comunità Autonoma di Aragona ed è stato inaugurato nel 2009 su progetto dell’architetto Tilke e consulenza del pilota Pedro De La Rosa. E’ lungo 5.078 metri e presenta 17 curve e si corre in Moto gp dal 2010: prime due vittorie per Stoner, poi dal 2012 hanno sempre vinto piloti spagnoli in top class con 5 vittorie di Marquez, assente nel weekend, 2 di Lorenzo e una di Pedrosa. Solo 3 piloti italiani hanno vinto ad Aragon in una prova del Mondiale, Iannone in Moto 2 nel 2010, Fenati in Moto 3 nel 2014 e Morbidelli in Moto 2 nel 2017. La caratteristica principale del tracciato è il lungo rettilineo opposto ai box, ma in generale sono diversi i punti di sorpasso: partendo da curva 1, passando per curva 8, curva 12 e infine curva 16 proprio in fondo al rettilineo opposto. Il record sul giro in gara appartiene a Jorge Lorenzo in 1’48”120 ottenuto nel 2015.