Silverstone, 27 agosto 2018 - Niente da fare: dopo una serie di rinvii il Gp di Gran BretagnaSilverstone è stato annullato, come è stato deciso da una riunione della Commissione sulla sicurezza. Sono state annullate anche le gare di Moto2 e Moto3. "Sfortunatamente, dopo aver consultato i funzionari Irta, MotoGp, i piloti dei team e Dorna, il Gp di Gran Bretagna viene annullato", a causa delle condizioni della pista giudicate troppo pericolose. Questo l'annuncio via twitter dalla direzione di gara.

La partenza era stata anticipata, con una decisione presa ieri, alle 12.30, per tentare di evitare la pioggia, che è caduta però anche a quell'ora. Le verifiche sulla pista sono andate avanti tutto il pomeriggio, ma l'asfalto del circuito non è mai riuscito a drenare la pioggia.

MotoGp Silverstone 2018, orari tv (diretta Sky e differita Tv8)

F1 Gp del Belgio 2018, vince Vettel davanti a Hamilton e Verstappen. La classifica

Franco Uncini, responsabile della Commissione Sicurezza del Motomondiale, ha detto a Sky: "Abbiamo aspettato per valutare la situazione, ma anche qualora dovesse smettere di piovere, non ci sarebbero le norme di sicurezza base. Quando si tratta di sicurezza, noi seguiamo le indicazioni dei piloti". C'è un solo precedente nel Motomondiale di una gara cancellata per pioggia: il GP d'Austria del 1980 fu cancellato per neve.

;Ma c'è anche una vena polemica nella decisione di cancellare il Gran Premio dopo una riunione della safety commission. Il team Ducati, infatti, ha affermato di non esserne a conoscenza. "Io non sono stato informato del meeting" ha detto il responsabile del team in rosso Davide Tardozzi ai microfoni di Sky MotoGP. Testi avvalorata anche da Andrea Dovizioso: "Io non sono stato chiamato alla riunione" dice. "Forse alcuni piloti sono voluti andare a dare la loro impressione e altri hanno visto in televisione che andavano verso la Irta e si sono aggiunti. Non sono sicuro di questo ma mi sembra una gestione abbastanza strana. Se è andata veramente così bisognerebbe organizzarla meglio, indipendentemente dal fatto che oggi non c'erano lr condizioni per correre".

Alla riunione, però, ha preso parte l'altro pilota Ducati, Jorge Lorenzo. "Oggi c'è stata molta pioggia e ancora sta piovendo e con il problema del drenaggio dell'asfalto la maggioranza dei piloti ha deciso insieme con la direzione gara che non offriva condizioni buone per correre e unanimenente si è deciso di cancellare il Gran Premio" ha affermato il mallorchino a Sky che ha spiegato, quindi, perché non si è deciso di attendere ancora per dare il via alla gara. "La temperatura dell'asfalto a ques'ora è già molto bassa e si sarebbe abbassata ulteriormente e, poi, nessuno ci assicura che durante la gara poteva cadere molta acqua nelle curve 7 e 8 perché l'asfalto non è stato fatto bene. "Mi sarebbe piaciuto correre con l'asciutto o con un asfalto più drenante", conclude Lorenzo.