Valentino Rossi (Ansa)
Valentino Rossi (Ansa)

Barcellona, 26 settembre 2020 - Valentino Rossi è ufficialmente un nuovo pilota del team Petronas. Il Dottore l'aveva anticipato ieri: il suo matrimonio con la scuderia satellite della Yamaha sarebbe diventato realtà in questo weekend a Barcellona e così effettivamente è stato. "Ho pensato molto prima di prendere questa decisione - le parole del sette volte campione del mondo di MotoGp, che nella stagione 2021 farà coppia con Franco Morbidelli - La sfida sta diventando sempre più dura. Per essere al vertice bisogna lavorare molto e duramente, allenarsi ogni giorno e condurre una vita da atleta", ma mi piace e ho ancora voglia di guidare. Nella prima metà dell'anno ho fatto la mia scelta e ho parlato con Yamaha, che è d'accordo con me". 

Ovviamente euforici per l'arrivo di Rossi, che ha firmato per la prossima stagione con opzione di rinnovo per il 2022, i vertici di Petronas. "A nome del Petronas Yamaha Sepang Racing Team e di tutti i suoi partner, è un onore dare il benvenuto in squadra a Valentino Rossi, pilota, icona e leggenda di questo sport, per il prossimo anno. La sua esperienza sarà una grande risorsa per il team nel corso della nostra terza stagione in MotoGP™ e siamo sicuri che potremo imparare molto da Valentino - il pensiero del team principal Razlan Razali - Allo stesso tempo, faremo del nostro meglio per aiutarlo ad essere competitivo e premiarlo per la fiducia che ha in noi come squadra. Siamo onorati da questa opportunità e pronti per accettare la sfida. Crediamo che la coppia composta da Valentino e Franco (Morbidelli, ndr) sia una forza davvero formidabile per aiutarci a raggiungere il nostro obiettivo: essere il più competitivi possibile. Non vediamo l’ora!". 

Sulla stessa falsariga le dichiarazioni del team director Johan Stigefelt. "Poter ingaggiare un pilota come Valentino Rossi, per quello che sarà solo il nostro terzo anno nel campionato MotoGP™, è straordinario. Siamo partiti con un team in Moto3™ a uno in Moto2™ e uno in MotoGP™ in un breve lasso di tempo e ora essere in testa al campionato dei team indipendenti della massima categoria e ingaggiare uno dei più grandi piloti che lo sport abbia mai conosciuto è incredibile. È passato molto tempo da quando Valentino era in un team satellite e faremo del nostro meglio per aiutarlo a sentirsi a suo agio. Vogliamo assicurarci che si senta bene nella nostra squadra, dove crediamo molto in lui. I nostri obiettivi sono quelli di crescere ancora di più come team, aiutare Rossi a ottenere i migliori risultati possibili e fare del 2021 un anno memorabile”.