Francesco Bagnaia , Ducati Lenovo (Ansa)
Francesco Bagnaia , Ducati Lenovo (Ansa)

Portimao, 16 aprile 2021 - La MotoGp è tornata con il Gp del Portogallo a Portimao, dopo i primi due a Losail. Alla fine delle due sessioni di prove libere del venerdì l'italiano Francesco Bagnaia, su Ducati, ha registrato il miglior tempo. Un avvertimento alla Yamaha, protagonista con i successi in Bahrain: il primo con Vinales e il secondo con Quartararo. La novità del weekend è stata il ritorno di Marc Marquez sulla Honda Repsol: lo spagnolo è stato subito veloce con un terzo tempo nella FP1 e sesto a fine giornata. Il campione iberico era assente da luglio 2020, dopo la caduta a Jerez.

Seconde libere

Francesco Bagnaia straordinario nella seconda sessione di prove libere: miglior tempo di giornata per il pilota della Ducati con 1'39"866. Secondo Fabio Quartararo su Yamaha, con un ritardo di +0"340. Terzo Joan Mir su Suzuki, il campione in carica paga +0"419. 

Marc Marquez non finisce di stupire, l'otto volte iridato era al rientro dopo mesi di stop per la frattura all'omero del braccio destro, ma non ha avuto esitazioni o timori: sesta posizione nella FP2, ma subito terza nella FP1. Solo quindicesimo, invece, Valentino Rossi su Yamaha Petronas. Vale è stato preceduto dal fratello Luca Marini, 13esimo con la Ducati Avintia, e da Aleix Espargarò con l'Aprilia. Franco Morbidelli 19esimo con l'altra Yamaha Petronas. Sfortunato il giapponese della Honda Takaaki Nakagami, che dopo uno schianto in rettilineo a inizio sessione, è stato portato al centro medico per un controllo, poi stoico è tornato il sella per centrare il decimo tempo. MotoGP in pista domani alle 10.55 per le FP3.

Migliori tempi delle libere MotoGP:

1. Francesco Bagnaia (Ita) Ducati in 1'39"866  alla media di 165.5 Km/h 
2. Fabio Quartararo (Fra) Yamaha 1'40"206 
3. Joan Mir (Esp) Suzuki 1'40"285 
4. Alex Rins (Esp) Suzuki 1'40"328 
5. Jack Miller (Aus) Ducati 1'40"336 
6. Marc Marquez (Esp) Honda 1'40"339 
7. Maverick Vinales (Esp) Yamaha 1'40"426 
8. Johann Zarco (Fra) Ducati 1'40"490 
9. Miguel Oliveira (Por) KTM 1'40"592 
10. Takaaki Nakagami (Jpn) Honda 1'40"611.








Prima sessione di prove libere

Maverick Vinales era stato il più veloce nella FP1 di MotoGP. Il pilota spagnolo della Yamaha aveva il crono di 1'42"127. Seconda la Suzuki di Alex Rins, a 151 millesimi. Terza la Honda del rientrante Marc Marquez, staccata di soli 251 millesimi.  A Sky Sport il medico della MotoGP, Angel Charte, riguardo a Marquez ha detto: "L'impressione è che stia bene, deve ritrovare alcune sensazioni ma si sente forte. Credo sia al 90-95 per cento". Seconda sessione alle 15:10. Quarto Pol Espargaro con la seconda Honda ufficiale. La Ducati è quinta con il francese Johann Zarco, quinto con 1'42"443. Mentre Francesco Bagnaia, con la Ducati ufficiale, è sesto con 1'42"464. Settimo Fabio Quartararo e ottavo Jack Miller. Danilo Petrucci, su Ktm, decimo a 830 millesimi di ritardo. Dietro le Yamaha Petronas: Valentino Rossi solo undicesimo e Franco Morbidelli 14esimo. Disastro Le Aprilia: Lorenzo Savadori 15esimo e Aleix Espargaro penultimo. Luca Marini con la Ducati Avintia è 18esimo.

Live, rivivi la seconda sessione

Omaggio a Gresini

A Portimao, come a Imola con la F1, domenica 18 aprile MotoGP e  Formula Uno si uniranno in un minuto di silenzio per ricordare Fausto Gresini, due volte campione del mondo della classe 125 motociclistico, scomparso lo scorso 23 febbraio per complicanze legate al Covid-19.

Orari tv

Il weekend di gara: sabato Libere 3 alle 10.55, Libere 4 alle 14.30 e Qualifiche alle 15.10. Domenica gare a partire dalle 12.20 Moto 3, 14 Moto gp e 15.20 Moto 2. Diretta esclusiva su Sky Sport Moto gp, canale 208, e in streaming su Sky Go e Dazn. Differita in chiaro di qualifiche e gare su Tv 8.

Moto2

Joe Roberts si conferma imprendibile in questo venerdì di prove libere Moto2. Il pilota della Kalex, dopo il miglior tempo nelle FP1, ha realizzato il miglior giro anche nella seconda sessione in 1'43"144. Dietro la Kalex di Raul Fernandez e la Boscoscuro di Aron Canet. Marco Bezzecchi è il migliore degli italiani: quinto a 665 millesimi di ritardo. Il leader del Mondiale Sam Lowes solo settimo.

I migliori tempi Moto2:

1. Joe Roberts (Usa) Kalex in 1'43"144 alla media di 160,2 Km/h
2. Raul Fernandez (Esp) Kalex 1'43"461
3. Aron Canet (Esp) Boscoscuro 1'43"752
4. Remy Gardner (Aus) Kalex 1'43"761
5. Marco Bezzecchi (Ita) Kalex 1'43"809
6. Hector Garzo (Esp) Kalex 1'43"832
7. Sam Lowes (Gbr) Kalex 1'43"855
8. Albert Arenas (Esp) Boscoscuro 1'43"866
9. Marcel Schrotter (Ger) Kalex 1'43"894
10. Xavi Vierge (Esp) Kalex 1'44"001








Roberts aveva fatto segnare il miglior tempo nella FP1: lo statunitense della Kalex aveva realizzato 1'43"905. Dietro l'australiano Remy Gardner e lo spagnolo Augusto Fernandez. Italia: il migliore era stato Stefano Manzi su Kalex davanti a Nicolo Bulega (Kalex). 

Moto3

Di Gabriel Rodrigo il miglior tempo nella seconda sessione di prove libere Moto3. Con le moto più veloci senza il bagnato della mattina il pilota argentino della Honda nel primo pomeriggio ha realizzato un 1'49"538, e non senza una  certa fortuna visto che sul circuito di Portimao stava per ricominciare a piovere. Seconda l'altra Honda, di Andrea Migno, seguita dalla Ktm dello spagnolo Jaume Masia. Ultimi dieci minuti delle FP2 sotto la pioggia. Comunque Romano Fenati bene: in quinta posizione con la sua Husqvarna. Dennis Foggia (Honda) nono e Niccolò Antontelli (Ktm) decimo.

I migliori tempi Moto3:

1. Gabriel Rodrigo (Arg) Honda 1'49"538 alla media di 150.9 Km/h
2. Andrea Migno (Ita) Honda 1'50"014 
3. Jaume Masia (Esp) KTM 1'50"042 
4. Sergio Garcia (Esp) GasGas 1'50"161 
5. Romano Fenati (Ita) Husqvarna 1'50"270 
6. Pedro Acosta (Esp) KTM 1'50"309 
7. Tatsuki Suzuki (Jpn) Honda 1'50"423 
8. Jason Dupasquier (Swi) KTM 1'50"510 
9. Dennis Foggia (Ita) Honda 1'50"616 
10. Niccolò Antonelli (Ita) KTM 1'50"641.








Nella prima sessione di prove libere era stato Deniz Oncu, su Ktm, ha segnare il miglior tempo in 1'56"978, poi le Honda del ceco Filip Salac e del britannico John McPhee. Il migliore degli italiani era stato Fenati, sesto con la sua Husqvarna a 1"304 di ritardo.