np_user_4025247_000000
MANUEL MINGUZZI
Motomondiale

MotoGp, la rinascita di Morbidelli: “Iniezione di fiducia per il futuro”

L’italiano salva la spedizione Yamaha in Argentina con due quarti posti e un buon feeling sul bagnato e sull’asciutto: ora bisogna continuare così

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli

Termas de Rio Hondo, 3 aprile 2023 - Ha sfiorato il podio, gli manca dall’estate 2021, ma Franco Morbidelli può dirsi soddisfatto del weekend in Argentina. Ha sognato di tornare sul terzo gradino del podio, sfumato per la rimonta di Johan Zarco, ma se alla vigilia gli avessero prospettato due quarti posti al gp di Argentina probabilmente avrebbe firmato. Il pilota Yamaha ha di fatto salvato la spedizione in Sudamerica, con Fabio Quartararo alle prese con una evidente difficoltà tecnica e anche con un po’ di sfortuna per il contatto con Nakagami, che lo ha tolto dai giochi nella lotta al podio. Morbidelli invece si gode il ritorno ad alti livelli dopo un anno e mezzo difficilissimo, condito da infortuni, moto poco competitiva e feeling spesso mancato.

Iniezione di fiducia, basta poco per salire e scendere

Un Franco Morbidelli così competitivo per il podio non lo si vedeva da diverso tempo, e dal gran premio dell’Argentina potrebbe ripartire la carriera del pilota italiano di Yamaha, nettamente migliore del compagno Fabio Quartararo sia sull’asciutto che sul bagnato. Se il francese non appare in grado di trovare la retta via per tornare in lotta per il Mondiale, Morbidelli forse può aver trovato una svolta dopo i due quarti posti a Termas de Rio Hondo: “Ho dato tutto per il podio ma Johan era più veloce, sfortunatamente non è andata - le sue parole - Purtroppo ho iniziato a soffrire con la gomma posteriore e non c’è stato modo di contenere il ritorno di Zarco. Ma resta il fatto che siamo stati veloci”. Bene Morbidelli su tutte le condizioni, è andato veloce sull’asciutto, sul bagnato ma anche in condizioni miste e chissà che non sia il preludio ad un ritorno in grande stile: “Dobbiamo portarci questa consapevolezza anche nei prossimi appuntamenti - la soddisfazione di Morbidelli - Ovviamente c’è da tenere i piedi per terra perché basta poco per crollare o risalire, ma questo weekend è una iniezione di fiducia sia per me che per la squadra”. Adesso arriva Pasqua con un weekend di riposo, poi a metà aprile il fine settimana statunitense ad Austin: “Non vedo l’ora di andare in Texas per capire se riusciremo a confermare questi miglioramenti”, la carica di Morbido che ora crede nella possibilità di inserirsi con i migliori. Resta ancora una certa differenza con Ducati, che è migliore in accelerazione, ma il divario sembra accorciato: “Ho avuto un buon feeling in tutte le condizioni - la chiosa di Franco - Sicuramente ci sono aree dove perdiamo da Ducati, che è sempre il punto di riferimento, ma abbiamo avuto ottimi miglioramenti in rettilineo che si sono verificati anche in condizioni di asciutto”. Intanto, il doppio quarto posto di Termas de Rio Hondo ha portato Morbidelli in nona posizione mondiale con 21 punti, a meno 29 dal leader Bezzecchi, davanti al compagno di quadra Fabio Quartararo solo decimo a quota 18. Chi l’avrebbe mai detto? Leggi anche - Gran premio Argentina, dominio di Bezzecchi: ora è leader del mondiale