Pecco Bagnaia
Pecco Bagnaia

Jerez de la Frontera, 1 maggio 2021 – Ancora grande equilibrio in Moto gp anche nel gran premio di Spagna. Fabio Quartararo si conferma tra i più in forma del momento ma in gara la sua Yamaha dovrà riuscire a far durare la gomma, stesso discorso di Morbidelli, così Bagnaia e Zarco potrebbero inserirsi con le Ducati. Fuori dai giochi ancora una volta Valentino Rossi.

Passo gara


Fabio Quartararo è stato veloce nell’arco di tutto il weekend e in ogni sessione di prove libere, la sua pole position è diventata naturale ma la gara sarà equilibrata. Le Yamaha sono veloci, bene anche Morbidelli e Vinales, ma lamentano una usura eccessiva delle gomme e dovranno gestire. Per questo motivo può infilarsi nella lotta al successo la Ducati di Bagnaia, in progressione in ogni sessione. Partito a rilento il venerdì come passo gara, Pecco è salito di performance e si candida a contendere la vittoria ai rivali. Bene anche Johann Zarco su Ducati Pramac mentre Miller è parso più in difficoltà nonostante una buona qualifica. Tra le Ktm può spiccare Binder. In casa Suzuki alti e bassi, sia Rins che Mir non hanno mostrato un passo di gara da vittoria ma saranno da tenere d’occhio.

 

Difficoltà per Rossi e Marquez

 


Chi ancora non può competere per la vittoria è Valentino Rossi. Il Dottore ha problemi di trazione e di grip con la sua Yamaha non è mai riuscito a inserirsi nelle parti alte della classifica. La sua diciassettesima posizione in griglia disegna una gara tutta in salita in cui al massimo può sperare in qualche punticino iridato. Deve ancora convivere con il recupero dall’infortunio Marc Marquez, quattordicesimo in griglia. Lo spagnolo sul giro secco non è lontanissimo, ma la tenuta fisica sulla durata di gara è ancora proibitiva per lottare al vertice. Oltre a tutto questo, lo spagnolo ci ha messo una caduta in Fp3.

 

Strategie

La tenuta della gomma posteriore sarà determinante per l'esito del gran premio. Michelin ha portato tre compound: soft, medie e hard. Al venerdì quasi tutti i piloti hanno provato la conformazione soft all'anteriore e media al posteriore, una soluzione che aiuterebbe il grip e la tenuta della gomma dietro. Non è però da escludere che per la globale continuità di prestazione in ottica gara la scelta più utilizzata possa essere media e media.

Leggi anche - Gli orari del gp a Jerez