Maverick Vinales
Maverick Vinales

Jerez de la Frontera, 25 luglio 2020 – Si preannuncia un gran premio di Andalusia entusiasmante domani a Jerez de la Frontera. Le favorite, in assenza di Marquez, che ha provato ieri e oggi ma deciso di non correre in gara, sono le Yamaha che si sono prese i primi due posti domenica scorsa. Il maggior feeling nel weekend è ad appannaggio di Fabio Quartararo, in pole position, e Maverick Vinales, secondo ma autore del giro migliore cancellato per aver messo due ruote fuori dal tracciato all’ultimo tentativo. E’ già duello tra coloro che il prossimo anno divideranno lo stesso box. Sorpresa Pecco Bagnaia, terzo in qualifica e migliore sul passo rispetto allo scorso weekend, per lui ci sarà la possibilità di lottare per il podio considerando che Marquez non c’è e Dovizioso, terzo una settimana fa, partirà molto indietro.

In netta ripresa anche Valentino Rossi, il Dottore ha beneficiato delle modifiche apportate sulla moto in base ai dati di settimana scorsa e nell’arco di tutto il weekend si è ripreso stabilmente la top ten. Qualche difficoltà in più nelle Fp4 dove Rossi ha provato il passo gara con la media posteriore, scelta possibile per la gara. Il quarto posto in griglia, però, lo consegna vicino al vertice e mettendoci qualcosa di suo potrebbe giocarsi chance importanti. Per quanto riguarda gli italiani, buona sesta piazza per Morbidelli, ma il passo forse non è sufficiente per il podio, mentre a essere in difficoltà sono le Ducati ufficiali con l’undicesimo posto di Petrucci e il quattordicesimo di Dovizioso. Entrambi i ducatisti non hanno mai dato l’impressione di potersi inserire nella lotta al vertice domani, ma è noto come il forlivese riesca ad amministrarsi bene in gara trovando quei decimi in più che spesso lo riportano in lotta per il podio. Il problema è la qualifica: partendo quattordicesimo rischierà di perdere troppo tempo in avvio.

Per quanto riguarda le strategie, con Michelin che ha portato una posteriore asimmetrica con spalla destra più dura, quasi tutta la griglia dovrebbe optare per una dura all’anteriore e una morbida al posteriore, mentre Rossi ha provato più volte nell’arco del weekend la media posteriore per i soliti problemi di usura. Se i dati daranno buoni riscontri il Dottore potrebbe tentare l’azzardo e avere un beneficio nelle fasi finali di gara.