Hohenstein-Ernstthal, 14 luglio 2018 - Promette spettacolo il weekend di MotoGp in Germania, nono appuntamento del mondiale 2018. Con una zampata vincente nel finale, Marc Marquez definisce a sorpresa la griglia di domani. Lo spagnolo della Honda ha ottenuto la pole position sul circuito del Sachsenring, nonostante delle libere sotto tono. Col tempo di 1'20"270, allo scadere delle qualifiche, il pilota iberico ha preceduto un ottimo Danilo Petrucci su Ducati Prama, in ritardo di soli 0.025 secondi. Terzo Jorge Lorenzo, su Ducati, a 0.057 da Marquez. Al quarto posto Maverick Vinales (a 0.171), su Yamaha. Quinto Andrea Dovizioso (0.174) e sesto Valentino Rossi (a 0.262)Settimo l'inglese Cal Crutchlow su Honda, a 0.405. Ottavo Andrea Iannone su Suzuki, a 0.412. Nono Alvaro Bautista su Ducati a 0.430. Infine nei primi dieci anche Dani Pedrosa con l'altra Honda, staccato di 0.561 dalla vetta. Per Marquez si tratta della nona pole consecutiva in carriera al Sachsenring, la 48esima in carriera in MotoGp e la terza quest'anno.

Motogp Germania 2018 live, la gara in diretta

Neanche Marquez si aspettava la pole: "Anche l'anno scorso è stato simile con io primo e Petrucci secondo. Nel primo giro ho sbagliato, poi anche nel secondo ho fatto un piccolo errore ma ho spinto tanto e alla fine sono molto contento perchè non la vedevo questa pole. Essere in prima fila qui è molto importante". Parlando della gara, ha aggiunto:  "Domani credo saranno due gare di 15 giri. Nella prima metà tutti vanno forti poi calano gli pneumatici, per questo dobbiamo cercare di fare un po' di più nella seconda parte".

Danilo Petrucci invece la voleva: "Ci ho creduto nella pole, ho usato Jorge Lorenzo come aggancio e quindi mi tocca ringraziarlo, mi sono attaccato dietro lui. Sapevo di essere veloce, siamo andati anche sotto il record della pista, Marquez è molto forte, è da ieri che provo ma sono sempre secondo, sarà difficile migliorare domani". Comunque Danilo parte dalla prima fila: "Partiamo davanti, ma saranno un'incognita gli ultimi 15 giri. Vedremo ciò che potremo fare per risparmiare le gomme, soffro sempre un po' di più".

Rammarico invece per Lorenzo: "Sono dispiaciuto per l'erorre all'ultima curva, perchè senza potevo lottare per la pole. Però la prima fila è un risultato molto buono e dobbiamo essere contenti. Petrucci? Sono sempre gli stessi piloti che cercano la ruota, anche se è lecito, si può fare...".

Valentino Rossi ha commentato: "Una qualifica tiratissima come successo tantissime volte quest'anno, siamo tutti molto vicini". Il Dottore è ottimista: "Sono abbastanza soddisfatto della seconda fila, perchè quando parti fra i primi cinque o sei va bene per la gara considerando che quelli davanti vanno tutti forte".  Poi però riconosce: "Potevo fare un pelino meglio, ho lasciato qualche decimo ma è andata meglio di ieri. Ora per la gara bisognerà capire quale scelta fare, ma abbiamo migliorato il set up della moto. La gara è molto lunga e bisogna capire quale è la gomma che resiste di più".

 

Questa la griglia di partenza del Gran Premio di Germania, in programma domani su 30 giri del circuito di Assen, pari a 110,13 km:  

1a fila 1. Marc Marquez (Esp) Honda 1'20"270 alla media di 164,6 Km/h 2. Danilo Petrucci (Ita) Ducati 1'20"295 3. Jorge Lorenzo (Esp) Ducati 1'20"327 

2a fila 4. Maverick Viñales (Esp) Yamaha 1'20"441 5. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati 1'20"444 6. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 1'20"532 

3a fila 7. Cal Crutchlow (Gbr) Honda 1'20"675 8. Andrea Iannone (Ita) Suzuki 1'20"682 9. Alvaro Bautista (Esp) Ducati 1'20"700 

4a fila 10. Dani Pedrosa (Esp) Honda 1'20"831 11. Alex Rins (Esp) Suzuki 1'20"847 12. Takaaki Nakagami (Jpn) Honda 1'20"938.  

 

La quarta sessione di prove libere, disputata alle 13,30, aveva premiato Dovizioso. Il pilota Ducati aveva fermato il cronometro a 1'21"318,  mettendosi alle spalle di appena 22 millesimi Andrea Iannone. Terzo Jorge Lorenzo, a 86 millesimi da Dovi. Problemi invece nel finale per Danilo Petrucci (+0"212), quarto. Nono Valentino Rossi, meglio di Marc Marquez, incappato in una caduta.

Stamane nelle libere 3 Andrea Iannone è stato il più veloce, come ieri nella prima sessione, seguito a pochi millesimi da Danilo Petrucci (Alma Pramac Racing), e da Cal Crutchlow (LCR Honda), terzo. Valentino Rossi, su Yamaha, quarto. Solo ottavo Lorenzo, il migliore nelle libere 2.

Ieri nella seconda sessione era stato proprio lo spagnolo della Ducati a segnare il miglior tempo. Lorenzo ha girato in 1'20"805 precedendo gli italiani Danilo Petrucci (Pramac Racing), Andrea Iannone (Suzuki, al comando stamattina) e Andrea Dovizioso (Ducati) rispettivamente di 257, 319 e 424 millesimi. Soltanto 17esimo Valentino Rossi. Paura per Mika Kallio, finito contro le barriere in avvio di sessione. 

Motogp Germania 2018, orari tv (diretta Sky, differita Tv8)

Marquez vince ad Assen, la classifica aggiornata

In precedenza, nelle libere 1, era stato Iannone il migliore sul circuito di Sachsenring. Con 1'21"442 il pilota della Suzuki precedva la Honda di Marc Marquez (+0.390) e la Yamaha di Valentino Rossi (0.522).

La diretta

LA CLASSIFICA: 

1. Marc Marquez 140 punti, 
2. Valentino Rossi 99, 
3. Maverick Viñales 93, 
4. Johann Zarco 81, 
5. Andrea Dovizioso 79. 



MOTO3 - E' dello spagnolo Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3) la pole position in Moto3 al Sachsenring. Con 1.26.434 il pilota iberico della Honda, leader del Mondiale, ha preceduto il connazionale Marcos Ramirez (Bester Capital Dubai) su Ktm di appena 0.060 secondi. Terzo Enea Bastianini (Leopard Racing) su Honda a 0.065. Settimo Marco Bezzecchi su Ktm (Redox PruestelGP), staccato di 0.349. Decimo Fabio Di Giannantonio su Honda (Del Conca Gresini Moto3) a 0.457.

Questa la griglia Moto3:  
1a fila 1. Jorge Martin (Esp) Honda 1'26"434 alla media di 152,8 Km/h 2. Marcos Ramirez (Esp) Ktm 1'26"494 3. Enea Bastianini (Ita) Honda 1'26"499 
2a fila 4. Jaume Masia (Esp) Ktm 1'26"696 5. Aron Canet (Esp) Honda 1'26"740 6. Tony Arbolino (Ita) Honda 1'26"745 
3a fila 7. Marco Bezzecchi (Ita) Ktm 1'26"783 8. John McPhee (Gbr) Ktm 1'26"792 9. Ayumu Sasaki (Jpn) Honda 1'26"827 
4a fila 10. Fabio Di Giannantonio (Ita) Honda 1'26"891 11. Albert Arenas (Esp) Ktm 1'26"969 12. Gabriel Rodrigo (Arg) Ktm 1'26"969.



 

MOTO 2 - L'Italia si prende la prima fila. Nella classe Moto2 del Gp di Germania il miglior tempo è di Mattia Pasini (1'23"787) davanti a Luca Marini, staccato di 181 millesimi, e Francesco Bagnaia, che accusa un ritardo di 183 millesimi. Tutti e tre i piloti sono in sella ad una Kalex. Quinto crono per Luca Baldassarri, undicesimo per Romano Fenati. 

Questa la griglia di partenza Moto2:  
1a fila 1. Mattia Pasini (Ita) Kalex 1'23"787 alla media di 157,7 Km/h 2. Luca Marini (Ita) Kalex 1'23"968 3. Francesco Bagnaia (Ita) Kalex 1'23"970 
2a fila 4. Sam Lowes (Gbr) Ktm 1'23"971 5. Lorenzo Baldassarri (Ita) Kalex 1'24"021 6. Xavi Vierge (Esp) Kalex 1'24"036 
3a fila 7. Alex Marquez (Esp) Kalex 1'24"079 8. Joan Mir (Esp) Kalex 1'24"092 9. Marcel Schrotter (Ger) Kalex 1'24"102 
4a fila 10. Brad Binder (Rsa) Ktm 1'24"178 11. Romano Fenati (Ita) Kalex 1'24"280 12. Danny Kent (Gbr) Speed Up 1'24"312.