Danilo Petrucci vince il Gp di Francia 2020 (Ansa)
Danilo Petrucci vince il Gp di Francia 2020 (Ansa)

Le Mans, 11 ottobre 2020  - Il 2020 di Rossi sta ormai diventato un incubo, mentre Dovizioso non sfrutta un’occasione d’oro. Proprio come Quartararo. Queste le pagelle del MotoGp di Francia 2020, vinto da Danilo Petrucci.

Classifica piloti - Classifica costruttori

Danilo Petrucci, 10

E’ la vittoria del cuore, della grinta e della rabbia. Consegna a Ducati un risultato pesantissimo. Già, proprio lui che è stato il primo ad essere rinegato.

Pol Espargaro, 9

Merita il podio. Anche perché in tutto il week end ha fatto cose buonissime. Anzi ottime. E poi il suo terzo posto valle come una conferma importantissima: Ktm è già a un passo dalle grandi.

Alex Marquez, 7

Rimane appostato e aggrappato ai più veloci. Bravo e opportunista. Sì, diciamolo, il secondo posto di Le Mans riscatta bene un anno fatto delusioni e di quella bocciatura che gli ha rifilato la Honda, dopo averlo coccolato, promosso e poi, appunto abbandonato.

Alex Rins, 6

E’ il voto più difficile perchè il ragazzo della Suzuki prima ha fatto cose da applausi poi si è arreso a un risultato che gli cancella sorrisi e ambizioni.

Fabio Quartararo, 5

Essere il leader del Mondiale ma incassare solo un nono posto la dice lunga su una cosa: in questo 2020 senza Marquez la caccia al titolo è tutto meno che elettrizzante e spettacolare: giusto rifletterci sopra e provare a darsi una spiegazione. Ma ci sono piloti forti, Marc a parte, oppure no?

Maverick Vinales, 4,5

Spreca e rimane lontano dalla bagarre. Traduzione: lo spagnolo continua la sua stagione orribile. Fatta di alti e bassi. Ma soprattutto di bassi.

Andrea Dovizioso, 4

La cronoca del Gp dice che alla fine il quarto posto vale molto di più di quanto uno possa pensare. Ok, ma perché sprecare un podio o forse qualcosa di più mentre il resto dei rivali impegnati nella lotta al Mondiale arrancava? No, Dovi ha perso un’occasione d’oro.

Valentino Rossi, 4

Butta via tutto e si butta via un attimo dopo il semaforo verde. Così anche Le Mans è passata. Per fortuna verrebbe voglia di dire, ma di sicuro questo Mondiale si sta rivelando un pessimo prologo per quello che Vale dovrà fare nel 2021.