Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso

Barcellona, 15 giugno 2019 – Basta fughe solitarie o vittorie già decise. Sulla scia della bagarre al Mugello, anche il Gran Premio di Catalogna 2019 si preannuncia entusiasmante. La pole è andata a Fabio Quartararo davanti a Marquez e Vinales, mentre la seconda fila è tutta italiana con il terzetto Morbidelli, Rossi e Dovizioso. La sensazione è che tutti possano lottare per il successo.

MotoGp Catalogna 2019, orari tv (diretta Sky e Tv8)

NO AL DOMINIO DI MARC – Il circuito di Barcellona storicamente è sempre stato ostico per le Honda, infatti domani non ci si attende una vittoria in solitaria di Marquez che sul ritmo gara ha mostrato un buon passo, ma all’interno di una lotta che racchiude una decina di piloti in pochi decimi. Fabio Quartararo si preannuncia il suo rivale più scomodo, soprattutto se riuscirà a far funzionare la sua Yamaha Petronas anche in gara e non solo in prova. Redivivo anche Maverick Vinales, ma il discorso è lo stesso del francese, la sua Yamaha dovrà trovare il giusto bilanciamento anche in gara. Sarà un gran premio di vertice anche per gli italiani, buona quarta piazza di Morbidelli che può giocarsi il podio nonostante la caduta in Fp4. Poi Valentino Rossi, per il momento con un buon feeling dopo i disastri del Mugello. Il ‘dottore’ appare in grado di giocarsi qualcosa di importante essendo stato ai vertici delle classifiche in tutte le sessioni. Lotterà per la vittoria anche Andrea Dovizioso, il forlivese come sempre sale di colpi nel corso del weekend per trovare il massimo della competitività in gara. In sostanza, i primi sei della griglia possono vincere tutti il gran premio. Massima attenzione sullo spagnolo Rins su Suzuki, solo ottavo in griglia ma con un passo gara di assoluto vertice.

GLI ALTRI ITALIANI – Il vincitore del gran premio d’Italia Danilo Petrucci è apparso più in difficoltà al Montmelo, qualche problema di feeling fin dal venerdì per il ducatista che però in qualifica non è lontanissimo dai primi con la settima piazza, se togliesse ancora qualche decimo al suo passo gara si inserirebbe nella lotta al podio. Per quanto riguarda Pecco Bagnaia, fuori di pochissimo dalla Q2, si prospetta una lotta per entrare nei dieci, mentre continuano le difficoltà di Andrea Iannone su Aprilia che al massimo potrà puntare a qualche punticino mondiale.