Fabio Quartararo
Fabio Quartararo

Barcellona, 5 giugno 2021 – Prosegue il momento d’oro di Fabio Quartararo. Il leader della classifica mondiale scatterà dalla pole position domani nel gran premio di Catalogna e con la possibilità di portare a termine un’altra vittoria dopo il Mugello. Il francese è il favoritissimo per la gara di domani grazie ad un feeling perfetto con la sua Yamaha. Dietro di lui sarà gran bagarre con gli italiani Morbidelli e Bagnaia ma c’è anche Rossi in ripresa.

Favoriti e feeling

Le prove libere del weekend hanno confermato la superiorità Yamaha in questa fase di stagione. Il leader del mondiale Fabio Quartararo è parso solido e concreto in ogni sessione, sia sul giro secco ma soprattutto sul passo gara. E’ il principale favorito grazie anche ad una guida veloce e precisa. Partendo dalla pole, inoltre, potrà cercare subito di fissare un passo adatto alla fuga. Dietro di lui c’è Jack Miller, velocissimo sul giro secco ma in difficoltà sul passo gara. Più competitivo Johann Zarco, così come Oliveira e Morbidelli che saranno protagonisti per il podio. In ripresa Maverick Vinales grazie alla cura di Silvano Galbusera, lo spagnolo può lottare per una buona posizione. Più in difficoltà Bagnaia, solo nono e non con un passo da vittoria. . E il campione del mondo in carica Joan Mir? E’ un outsider e probabilmente dovrà proporre la sua classica gara con un finale in crescendo per rimontare dalla decima posizione. Segnali confortanti invece da Valentino Rossi, undicesimo in griglia ma più efficace al sabato dopo un venerdì molto complicato. Ancora in difficoltà con il braccio Marc Marquez, per lui lo sforzo fisico sull’arco di oltre 20 giri non gli consente di essere competitivo ad alti livelli.

Strategie

Michelin ha portato a Barcellona tre compound di pneumatici: morbida, media e hard ma con asimmetria al posteriore con spalla destra più dura. Il circuito da sempre lamenta problemi di grip e i piloti dovranno scegliere il giusto compromesso tra prestazione e durata. Da escludere forse le dure, proprio per il grip, per cui la scelta più probabile sembrerebbe essere media anteriore e media al posteriore, ma chi è maggiormente capace di gestire la gomma potrebbe azzardare una soft anche al posteriore. La soluzione appare però sconsigliabile sulla carta.

Leggi anche - Moto gp, gli orari del gran premio di Catalogna