6 mar 2022

MotoGp, delusione Bagnaia: "Chiedo scusa per l'errore. Siamo indietro"

Il commento del ducatista dopo la caduta a 11 giri dal termine del Gp del Qatar

francesco bocchini
Sport
Francesco Bagnaia
Francesco Bagnaia

 

Milano, 6 marzo 2022 - Se in MotoGp è stata la domenica di Enea Bastianini, lo stesso non si può certo dire per Francesco Bagnaia. Al debutto stagionale, 'Pecco' ha chiuso con uno zero alla voce punti conquistati, scivolando a 11 giri dalla conclusione mentre stava cercando di rimontare dopo la brutta partenza. Una caduta cha ha visto coinvolto pure l’incolpevole Jorge Martin. "Ovviamente non posso essere contento di come è andata la corsa e, per prima cosa, voglio chiedere scusa sia a Ducati che a Jorge perché ho commesso un errore - ammette il classe '97 -. In gara purtroppo perdevo tanto nella prima fase di accelerazione e non eravamo veloci come siamo di solito. Anche in partenza ho avuto alcune difficoltà. Ora dovremo analizzare i dati per cercare di capire cos’è successo e cercare di tornare più forti già a partire dal prossimo Gran Premio". 

"Pensavamo di essere più avanti"

 

La delusione del pilota torinese è palpabile. "È vero che tutte le moto sono molto competitive, ma noi ufficiali dobbiamo provare di più e questo non era il weekend adatto. Il feeling l'ho trovato solo nelle FP4 perdendo i giorni di test e di libere. Oggi dovevo trovare il mio stile di guida, stamattina ci ho provato e stava migliorando, ma a livello di elettronica e setting non eravamo a posto. Siamo a un livello nel quale non ti puoi permettere sbavature, siamo partiti con la consapevolezza che non avremmo lottato per il successo - aggiunge Bagnaia -. Pensavamo comunque di essere a un livello maggiore, ma non così indietro. Enea è stato molto bravo, con una moto che conosciamo bene. Lui è molto forte, ma noi abbiamo dovuto fare davvero troppo lavoro per essere pronti per questa prima gara. D'ora in poi non toccherò più nulla, ma oggi non era la gara per vincere". 

Leggi anche: Test Mondiale per Jacobs a Belgrado

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?