Pecco Bagnaia
Pecco Bagnaia
Mercato piloti e prove libere con sorpresa: il Misano-bis comincia così, con i riflettori accesi sul 2021 e l’attesa per un turno di qualifiche (oggi) che ridia ossigeno e speranze alla pattuglia italiana della MotoGp. Ma cominciamo dal futuro. La spinta di Valentino al fratello Luca Marini nella direzione della Ducati Avintia per il salto nella classe regina ha rimesso in moto la macchina delle voci (o sicuramente qualcosa di più) relative al Mondiale che verrà. E il discorso riguarda quasi del tutto le manovre attorno alla...

Mercato piloti e prove libere con sorpresa: il Misano-bis comincia così, con i riflettori accesi sul 2021 e l’attesa per un turno di qualifiche (oggi) che ridia ossigeno e speranze alla pattuglia italiana della MotoGp. Ma cominciamo dal futuro. La spinta di Valentino al fratello Luca Marini nella direzione della Ducati Avintia per il salto nella classe regina ha rimesso in moto la macchina delle voci (o sicuramente qualcosa di più) relative al Mondiale che verrà. E il discorso riguarda quasi del tutto le manovre attorno alla Ducati. Punto primo: le quotazioni che Bagnaia (proprio come Miller) possa salutare il Team Pramac per arrivare nella squadra ufficiale, sono in netto rialzo. Bagnaia (l’alternativa rimane Zarco) andrebbe così a prendersi la Desmo lasciata libera da Dovizioso.

Gp Emilia Romagna: orari e dove vederlo in tv

Dovi che a sua volta è già al centro di una serie di tentazioni di mercato che farà di tutto per affrontare con la dovuta freddezza per non allentare la concentrazione e puntare a vincere il Mondiale. Due le soluzioni più concrete (almeno fino a questo momento) sulle quali Dovizioso sarà chiamato a riflettere. Prima ipotesi, il pilota potrebbe entrare in Honda con il ruolo di tester (nello specifico lavorare con a fianco dei piloti Lcr). Seconda ipotesi, Dovizioso potrebbe essere la prima scelta di Aprilia che rischia di perdere (per squalifica) Iannone. Ok, la posizione della casa di Noale in questo momento è quella rilanciata da sempre dal numero uno del team, Rivola, ovvero: Aprilia aspetta Iannone convinta il pilota uscirà comunque a testa alta dalla situazione che lo ha portato alla condanna per doping. Certo è che (dopo fra l’altro aver perso tutto il 2020), in Aprilia si dovrà per forza riprogrammare un 2021 all’altezza nel caso Iannone non vinca la sua battaglia legale.

E allora ecco che l’idea di ripartire con Dovizioso rappresenta un’idea che può far bene a tutti.

E siamo ai risultati delle libere di ieri. La sorpresa l’ha firmata Binder che con la sua Ktm è stato il più veloce di tutti. Benino Quartararo (terzo), mentre per gli italiani il week end del Gp dell’Emilia Romagna è iniziato in salita. Nella classifica dei tempi combinati (mattino-pomeriggio), Rossi è lontanissimo (posizione numero 15) e anche Dovizioso (12) dovrà sudare per guadagnarsi una griglia di partenza importante. Bagnaia ha chiuso undicesimo, mentre il migliore (protagonista nelle prima sessione, ma poi in affanno) è stato Morbidelli (sesto tempo in combinata). Da applausi invece Luca Marini in Moto2 che firma il nuovo record della pista. Oggi libere e qualifiche (MotoGp alle 14.10 e 14.35) in diretta tv su SkyMotoGp e Dazn.