MotoGp, Rossi e Dovizioso in pista (LaPresse)
MotoGp, Rossi e Dovizioso in pista (LaPresse)

Spielberg, 10 agosto 2018 - MotoGp in pista per il Gran Premio d'Austria 2018, undicesima tappa stagionale che arriva a solo una settimana di distanza da Brno, con le Ducati pronte a colpire ancora, stavolta sulla pista favorita. Giornata di prove oggi a Spielberg: comincia bene Dovizioso che nelle libere 1 sigla il miglior tempo (1'23"83), stracciando il record del circuito di Johann Zarco (1'24"312), davanti al compagno Lorenzo.  "Il Red Bull Ring è un tracciato per noi molto favorevole": parola del forlivese, che ha trionfato domenica scorsa in Moravia e ora prova ad accorciare la distanza dal leader della classifica Marc Marquez. Nella sessione numero due il campione in carica si riprende la scena, ma il migliore risultata nei crono combinati resta quella di Dovi.   

MotoGp Austria 2018, le qualifiche in diretta

LIBERE 2 - Marc Marquez gira in 1'33"995, e fa segnare il miglior tempo sul bagnato nelle prove libere 2, precedendo di 543 millesimi Scott Redding. Dietro Danilo Petrucci, Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso. Solo decimo Valentino Rossi a 2"332. 

Risultati e tempi 

MotoGp Austria 2018, orari tv (diretta Sky e Tv8)

LIBERE 1 - Andrea Dovizioso ha fermato il cronometro sul tempo di 1'23"830, primato della pista. Alle sue spalle Jorge Lorenzo con la seconda Ducati ufficiale ed un ritardo di 215 millesimi. Terzo Danilo Petrucci (Ducati Pramac, +0.490), seguito da Marc Marquez (+0.581) che è stato a lungo il più veloce, pur girando con gomme usate sulla sua Honda. Quinto Andrea Iannone (Suzuki, +0.606), sesto Dani Pedrosa con l'altra Honda Hrc (+0.644), settimo Cal Crutchlow (Honda, +0.661), ottavo Tito Rabat (Ducati, +0.846). Chiudono la top ten le Yamaha di Zarco (+0.937) e Maverich Vinales (+1"005). Solo undicesimo Valentino Rossi, staccato di 1"054, ed attardato ad inizio sessione dalla rottura della corona. 

Risultati e tempi 

 

MotoGp live, le prove in diretta 

IL PUNTO ALLA VIGILIA - "Saremo competitivi anche qui. Anche se, sia Marquez sia gli altri sono più forti dell’anno scorso e quindi non sarà facile ripetersi". E' cauto Andrea Dovizioso alla vigilia del Gp d'Austria, nonostante l'iniezione di fiducia arrivata con la vittoria a Brno. "Tornare in corsa per il Mondiale? Recuperare tanti punti (68 ndr) a Marc è molto molto difficile. Finché non andremo bene in ogni settore sarà difficile recuperare tanti punti, però sappiamo che in MotoGp tutto è possibile. La nostra mentalità è quella, ma prima voglio concentrarmi su me stesso". Solo strategia? Staremo a vedere. Intanto il Red Bull Ring è sinonimo di velocità. Medie di quasi 183 chilometri orari, con punte vicine ai 320, per staccate che mettono a durissima prova i freni e richiedono tanta precisione in ingresso curva: insomma pane per i denti della Ducati. 

Il podio della MotoGp a Brno (Ansa)

Coi piedi per terra anche Valentino Rossi, uno che il Gp d'Austria lo conosce bene: è proprio qui infatti che il Dottore centrò il primo podio in carriera, un terzo posto che lo lanciò come nome astro nascente della classe 125cc. Era il 1996 e da allora sono passati 9 titoli mondiali. Vale è secondo dietro Marquez con 49 punti di distacco ma su una possibile rimonta a Spilberg pare scettico anche lui. "Per noi la pista austriaca è molto difficile, non mi sono divertito molto l'anno scorso, non sono mai salito sul podio in MotoGp qui anche se nel 2016 la gara non è andata troppo male. Sulla carta potremmo soffrire più del solito".

Il maiorchino campione in carica sembra inarrestabile e qui ha la possibilità di 'ammazzare' il campionato. Il Red Bull Ring saprà sorprenderci?  

Belen Rodriguez, showgirl e fidanzata di Andrea Iannone