Jorge Lorenzo (Lapresse)

Aragon (Spagna), 22 settembre 2018 - Spettacolo Ducati al MotoGp di Aragon, quattordicesimo appuntamento del motomondiale 2018. Lorenzo conquista la pole, con il crono di 1'46"881, seguito di pochissimo dal compagno di scuderia Dovizioso, preceduto di 0"014 . A completare la prima fila della griglia di partenza Marquez, leader del mondiale, terzo in queste qualifiche con 0"079Quinta piazza e seconda fila per Andrea Iannone (Suzuki), settimo Danilo Petrucci (Ducati). Valentino Rossi (Yamaha), fermatosi alle Q1, partirà domani in 18esima posizione. Per Lorenzo si tratta della 69esima partenza al palo della carriera. 

MotoGp Aragon 2018, segui la gara in diretta dalle 14

Inizio del weekend difficile per Rossi. Dopo un venerdì chiuso indietro rispetto ai migliori, è caduto nella sessione di oggi. Che ha visto segnare il miglior tempo di nuovo Marc Marquez. Il maiorchino anche ieri si è dimostrato determinato a mantenere la sua posizione in vetta alla classifica. Ma la Ducati lo incalza: Andrea Dovizioso, che ieri ha ottenuto il miglior tempo nella prima sessione di libere, torna in pista forte anche del trionfo in casa a Misano. E con la pole di Jorge Lorenzo, la doppietta rossa fa tremare il campione del mondiale. 

MotoGp Aragon 2018, orari tv (diretta Sky e differita Tv8)

Rivivi il live delle qualifiche:

La griglia di partenza

Q2, Marquez subito in prima posizione

Terminate Q1, Vinales miglior tempo. Si riprende con Q2

DOVIZIOSO - "Si poteva fare meglio e questo mi fa essere molto contento: abbiamo lavorato bene e siamo veloci nel passo gara", ha commentato Andrea Dovizioso in merito alla sue seconda posizione nelle qualifiche di oggi. Per il pilota Ducati l'importante sarà arrivare domani alla fine in buone condizioni ma sono soddisfatto. Ho buone sensazioni, si può essere più veloci di quanto fatto".

LORENZO - "Era difficile mantenere la calma, c'era tanta gente in pista ma per fortuna hanno spinto e mi hanno lasciato libero", ha raccontato Lorenzo subito dopo le qualifiche. "La gomma - ha aggiunto lo spagnolo - non era al 100 per cento ma è stato sufficiente per prendere di poco la pole".

MARQUEZ - Per il terzo arrivato, Marquez, "in questo circuito la scia fa tanto, specialmente se prendi quella della Ducati quando vanno in rettilineo...". Il pilota della Honda ha spiegato: "Abbiamo adottato la strategia giusta ma ho fatto un errore e sono andato un po' lungo. Abbiamo fatto un bel giro ma con le Ducati il passo gara è molto simile: loro sono molto forti e questo vorrà dire che nella prossima stagione dovremo lavorare di più" le cose.

PROVE LIBERE 3 - Marc Marquez si è confermato il più veloce nel terzo turno delle libere: In 1'47"382 ha preceduto Cal Crutchlow, staccato di appena 11 millesimi, nonostante una scivolata alla curva due. Dopo le due Honda, un trenino con tre Ducati, aperto da Jack Miller (+0.031), seguito dai due piloti ufficiali: Jorge Lorenzo (+0.138) ed Andrea Dovizioso (+0.193). Sesto tempo per la Suzuki di Andrea Iannone (+0.222), settimo per la Honda di Dani Pedrosa (+0.247), ottavo per la Ducati Pramac di Danilo Petrucci (+0.364). Chiudono la top-ten la Ducati di Alvaro Bautista e la Suzuki di Alex Rins. Fuori dalla Q2 anche le Yamaha di Maverick Vinales (11/o) e Johann Zarco (14/o). Ancora difficoltà per Valentino Rossi, che è caduto e ha chiuso con il 18/o tempo. Per quanto riguarda la Moto3, Marco Bezzecchi ha ottenuto il miglior tempo nella terza sessione di prove libere. In Moto2, il più veloce è stato Alex Marquez.

ROSSI_33522886_122610