6 mar 2022

MotoGp Qatar 2022 oggi: trionfa Enea Bastianini sulla Ducati team Gresini. La classifica

Il pilota romagnolo: "Dedico questa vittoria a Fausto, lui ha spinto tanto dal cielo". In Moto 3 e Moto 2 vincono altri due italiani: Andrea Migno e Celestino Vietti

epa09805938 Italian MotoGP rider Enea Bastianini (L) of the Gresini Racing MotoGP team celebrates on the podium after winning the Motorcycling Grand Prix of Qatar at the Losail international circuit in Doha, Qatar, 06 March 2022.  EPA/NOUSHAD THEKKAYIL
Enea Bastianini con Nadia Padovani, la moglie di Fausto Gresini (Ansa)

Losail, 6 marzo 2022 -  Anno zero, gara uno della MotoGp senza Valentino Rossi, ma con tanta Italia. Il motomondiale 2022, scattato oggi dal Qatar, ha visto una tripletta azurra nelle tre classi del primo Gran Premio della stagione sul ciruito di Losail: in MotoGp ha vinto Enea Bastianini, in Moto 2 Celestino Vietti e in Moto 3 Andrea Migno. Nella classe regina il pilota romagnolo del team Gresini ha dato spettacolo con la sua Ducati. Secondo il sudafricano Brad Binder (Ktm), secondo, e lo spagnolo Pol Espargaro (Honda). Quarto posto per Aleix Espargaro su Aprilia. Quinto Marc Marquez (Honda), poi le Suzuki di Joan Mir e Alex Rins. Ottavo Joan Zarco su Ducati. Solo qualche punto invece per il campione del mondo in carica Fabio Quartararo: nono posto. Decimo Takaaki Nakagami (Honda). Francesco Bagnaia (Ducati), dopo un contatto con Jorge Martin (Ducati Pramac), è uscito di pista, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Undicesimo Franco Morbidelli su Yamaha e 14esimo Andrea Dovizioso

Le qualifiche della MotoGp di ieri  erano state dominata dalle Ducati con la pole position della Pramac di Jorge Martin davanti a quella targata Team Gresini di Bastianini.

Sommario

Ordine d'arrivo

1. Enea Bastianini (Ita) Ducati in 42'13"198 alla media di 168.2 km/h 
2. Brad Binder (Rsa) Ktm a 0"346 
3. Pol Espargaro (Esp) Honda 1"351 
4. Aleix Espargaro (Esp) Aprilia 2"242 
5. Marc Marquez (Esp) Honda 4"099 
6. Joan Mir (Esp) Suzuki 4"843 
7. Alex Rins (Esp) Suzuki 8"810 
8. Johann Zarco (Fra) Ducati 10"536 
9. Fabio Quartararo (Fra) Yamaha 10"543 
10. Takaaki Nakagami (Jpn) Honda 14"967  
Giro più veloce: (17°) Enea Bastianini (Ita) in 1'54"338 a 169.3

Classifica piloti

1. Enea Bastianini (Ita) 25 punti 
2. Brad Binder (Rsa) 20 
3. Pol Espargaro (Esp) 16 
4. Aleix Espargaro (Esp) 13 
5. Marc Marquez (Esp) 11 
6. Joan Mir (Esp) 10 
7. Alex Rins (Esp) 9 
8. Johann Zarco (Fra) 8 
9. Fabio Quarararo (Fra) 7 
10. Takaaki Nakagami (Jpn) 6  

Classifica costruttori: 1. Ducati 25 punti; 2. Ktm 20; 3. Honda 16; 4. Aprilia 13; 5. Suzuki 10; 6. Yamaha 7.

Un successo dedicato a Fausto

Enea Bastianini batte il primo colpo alla porta del Motomondiale. Il riminese ha portato la sua Ducati, del team Gresini, davanti a tutti: "E' stata una emozione incredibile, ho spinto dalla partenza, la cosa più importante è che volevo risparmiare le gomme". Il 24enne continua: "Quando ho visto Pol che attaccava ho sorpassato Binder, Pol era molto vicino, ho capito che fosse il momento di provare a vincere. L'ho superato alla prima curva, lui è uscito dalla pista...è difficile parlarne adesso. Dedico questa vittoria a Fausto, lui ha spinto tanto dal cielo, è fantastico per tutto il team quello che è successo, abbiamo pianto tutti insieme, sono molto contento anche per la mia famiglia a casa. Ringrazio tutti". Commozione nel box del Team Gresini Racing dove il pensiero di tutti è volato a Fausto, il fondatore della scuderia scomparso nel 2021 per colpa del Covid. La moglie Nadia, che con i figli gestisce la scuderia, era in lacrime quando Enea passava il traguardo: "Non ho parole, splendida vittoria per la squadra, per me, per mio marito".

Rivivi la diretta

Moto 3

Trionfo di Andrea Migno in Moto3. Il pilota italiano in sella alla Honda del Rivacold Snipers Team si aggiudica l'appuntamento inaugurale della stagione davanti allo spagnolo Sergio Garcia (GasGas), battuto per una questione di millesimi dopo una lotta serratissima nell'ultimo giro. Completa il podio il giapponese Kaito Toba (Ktm) che precede il turco Deniz Oncu (Ktm). Tra gli altri italiani spicca il settimo posto di Dennis Foggia (Honda) davanti al poleman Izan Guevara.

"Devo ancora rendermi conto di cosa ho fatto. E' incredibile, sono felicissimo. Ho cercato di fare del mio meglio durante la gara, l'unica cosa che potevo fare era spingere al massimo. Poi ho visto che Sasaki ha iniziato a perdere qualcosa e sono riuscito a vincere. Devo ringraziare il team per il lavoro fatto e ovviamente la mia famiglia e i miei amici", le parole del pilota di Cattolica del Rivacold Snipers Team, dopo la gara.

Ordine di arrivo:

1. Andrea Migno (Ita) Honda in 37'59"522 alla media di 152.9 km/h 
2. Sergio Garcia (Esp) GasGas 0"037 
3. Kaito Toba (Jpn) Ktm 0"573 
4. Deniz Oncu (Tur) Ktm 0"594 
5. John McPhee (Gbr) Husqvarna 1"064 
6. Diogo Moreira (Bra) Ktm 1"481 
7. Dennis Foggia (Ita) Honda 1"951 
8. Izan Guevara (Esp) GasGas 2"545 
9. Ryusei Yamanaka (Jpn) Ktm 2"742 
10. Xavier Artigas (Esp) Ktm 6''055 
Giro più veloce: (12°) Dennis Foggia (Ita) in 2'05"561 a 154.2 km/h.

La classifica:

1. Andrea Migno (Ita) 25 punti 
2. Sergio Garcia (Esp) 20 
3. Kaito Toba (Jpn) 16 
4. Deniz Oncu (Tur) 13 
5. John McPhee (Gbr) 11 
6. Diogo Moreira (Bra) 10 
7. Dennis Foggia (Ita) 9 
8. Izan Guevara (Esp) 8 
9. Ryusei Yamanaka (Jpn) 7 
10. Xavier Artigas (Esp) 6.

Classifica costruttori: 1. Honda 25 punti 2. GasGas 20 3. Ktm 16 4. Husqvarna 11 5. CFMoto 6.

Andrea Migno primo in Qatar (Ansa)
Andrea Migno primo in Qatar (Ansa)

Moto 2

Ancora un pilota italiano sul gradino più alto del podio di Losail: in Moto2 è Celestino Vietti a dominare il GP del Qatar. Il pilota piemontese, partito in pole in sella alla Kalex del Mooney VR46 Racing Team, vince così la sua prima gara. Lo spagnolo Aron Canet (Kalex) secondo con sei secondi di ritardo. Terzo il britannico Sam Lowes, davanti allo spagnolo Augusto Fernandez. Quinto Tony Arbolino (Kalex).

"Non riesco a credere a questo risultato, ma abbiamo lavorato bene già dalle libere e dalle qualifiche. Non mi aspettavo però di avere un passo del genere e fare una gara così. Mi sono detto che se fossi stato in testa sin dall'inizio, avrei fatto di tutto per mantenere il comando e aumentare il gap. Ringrazio tutte le persone che hanno creduto in me e la squadra", è stato il commento del pilota di Cirié appena sceso dal bolide della scuderia di Valentino Rossi.

Ordine di arrivo: 

1. Celestino Vietti (Ita) Kalex in 39'53"637 alla media di 161.8 km/h 
2. Aron Canet (Esp) Kalex a 6"154 
3. Sam Lowes (Gbr) Kalex 10"181 
4. Augusto Fernandez (Esp) Kalex 10"259 
5. Tony Arbolino (Ita) Kalex 11"421 
6. Ai Ogura (Jpn) Kalex 12"331 
7. Jorge Navarro (Esp) Kalex 14"866 
8. Joe Roberts (Usa) Kalex 15"371 
9. Cameron Beaubier (Usa) Kalex 17"368 
10. Marcel Schrotter (Ger) Kalex 18"908  
Giro più veloce: (6°) Celestino Vietti (Ita) in 1'59"053 a 162.6 km/h.

La classifica piloti:

1. Celestino Vietti (Ita) 25 punti 
2. Aron Canet (Esp) 20 
3. Sam Lowes (Gbr) 16 
4. Augusto Fernandez (Esp) 13
5. Tony Arbolino (Ita) 11 
6. Ai Ogura (Jpn) 10 
7. Jorge Navarro (Esp) 9 
8. Joe Roberts (Usa) 8 
9. Cameron Beaubier (Usa) 7 
10. Marcel Schrotter (Ger) 6 .

Classifica costruttori: 1. Kalex 25 punti 2. Boscoscuro 1.

Celestino Vietti primo in Qatar 8Ansa)
Celestino Vietti primo in Qatar 8Ansa)

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?