Marc Marquez (ANSA)
Marc Marquez (ANSA)

Austin (Stati Uniti), 10 marzo 2020 – L’espansione del Coronavirus in queste ultime settimane ha travolto anche gli Stati Uniti condizionando e non poco il mondo dello sport e nello specifico l’inizio della stagione della MotoGP. Dopo l’annullamento del gran premio del Qatar, previsto per lo scorso weekend (hanno corso soltanto Moto 2 e Moto 3 che si trovavano da tempo sul posto per i test) e lo spostamento di quello della Thailandia, originariamente previsto per il 22 marzo, FIM, Irta e Dorna, le società che si occupano dell’organizzazione del circus della MotoGP, hanno deciso di posticipare anche il gran premio delle Americhe, inizialmente programmato per il 5 aprile ad Austin in Texas.

La tre giorni statunitense della MotoGP slitta così al weekend che va dal 13 al 15 novembre. Questo ulteriore slittamento condizionerà però anche la programmazione del gran premio di Valencia che è stato riprogrammato dal 20 al 22 novembre.