Hohenstein-Ernstthal, 12 luglio 2018 - Due settimane dopo l'appuntamento di Assen, la MotoGp torna in pista con il Gran Premio di Germania 2018. La nona gara della stagione (delle 19 in programma nei prossimi nove mesi di Motomondiale, con la novità Thailandia in calendario) si disputerà sul tortuoso circuito del Sachsenring. Lo scorso Gp ha visto Marc Marquez trionfare davanti ai connazionali Alex Rins e Maverick Vinales al termine di una corsa incredibile che ha visto numerosi piloti in lotta per le prime tre posizioni. Il successo in terra olandese ha permesso al pilota Honda di consolidare la propria leadership in classifica iridata, dove ora comanda a quota 140 punti, seguito dai due piloti Yamaha, Rossi e Vinales, rispettivamente a 99 e 93. Più lontano Dovizioso, fermo a quota 79. Oggi, intanto, Dani Pedrosa ha annunciato che questa sarà la usa ultima stagione in Motogp. Lo spagnolo si ritira dopo 18 stagioni in sella alla Honda, a Valencia la sua ultima gara. 

La 'griglia di partenza' del weekend è la seguente: venerdì le tre classi scendono in pista per le prime sessioni di prove libere. Nel pomeriggio di sabato, poi, le qualifiche: alle 12.30 la Moto3, alle 14.10 la MotoGp - preceduta alle 13.30 dall'ultima sessione di libere - e alle 15 la Moto2. Domenica appuntamento con la gara alle 14, preceduta alle 11 dalla Moto3 e alle 12.20 dalla Moto2. Ecco allora orari nel dettaglio (le dirette tv sono su Sky Sport MotoGp HD - canale 207. Differite di qualifiche e gara in chiaro su Tv8 - canale 8 del digitale).

Motogp, gli orari tv del weekend in Germania

Venerdì 13 luglio

8:55 Prove libere 1 Moto 3 - Diretta Sky Sport Motogp
9:50 Prove libere 1 MotoGp - Diretta Sky Sport Motogp
10:50 Prove libere 1 Moto 2 - Diretta Sky Sport Motogp
13:05 Prove libere 2 Moto 3 - Diretta Sky Sport Motogp
14:00 Prove libere 2 MotoGp - Diretta Sky Sport Motogp
15:00 Prove libere 2 Moto 2 - Diretta Sky Sport Motogp

Sabato 14 luglio

8:55 Prove libere 3 Moto3 - Diretta Sky Sport Motogp
9:50 Prove libere 3 MotoGp - Diretta Sky Sport Motogp
10:50 Prove libere 3 Moto2 - Diretta Sky Sport Motogp
12:30 Qualifiche Moto3 - Diretta Sky Sport Motogp
13:30 Prove libere 4 MotoGp - Diretta Sky Sport Motogp
14:10 Qualifiche MotoGp (Q1 alle 14:10; Q2 alle 14:35) - Diretta Sky Sport Motogp
15:00 Qualifiche Moto2 - Diretta Sky Sport Motogp

Domenica 15 luglio

Ore 8.30: Warm Up Moto3, Moto2 e MotoGP
Ore 11: Gara Moto3
Ore 12.20: Gara Moto2
Ore 14: Gara MotoGP

Le differite in chiaro su Tv8

Sabato 14 luglio

Ore 19.45: Sintesi Qualifiche Moto3/Moto2/MotoGP

Domenica 15 luglio

Ore 19: Gara Moto3 differita

Ore 20.20: Gara Moto2 differita

Ore 21.30: Gara MotoGP differita

Belen Rodriguez, showgirl e fidanzata di Andrea Iannone

IL CIRCUITO - Lungo 'solamente' 3671 metri, suddivisi in 14 curve, quello del Sachsenring è il circuito più breve tra quelli facenti parte del calendario del motomondiale. Tracciato tortuoso e impegnativo, è caratterizzato da continui cambi di pendenza che ne fanno una delle piste più affascinanti e, al tempo stesso, difficili da percorrere. Il pilota più vincente è Marc Marquez, autore di ben otto successi consecutivi (5 dei quali in classe regina) dal 2010 ad oggi. Quello della Honda sul circuito tedesco è un vero e proprio dominio, considerando che l'altro specialista del 'ring' è il compagno di box del leader mondiale, Daniel Pedrosa, autore di 6 vittorie in carriera (3 consecutive dal 2010 al 2012) che rendono il marchio nipponico imbattuto sul tracciato da quasi un decennio. Non è un caso, quindi, che lo spagnolo abbia scelto proprio il Sachsenring per fare chiarezza sull'imminente futuro. Nella conferenza stampa di oggi, Dani ha annunciato il ritiro: "L'anno prossimo non sarò in MotoGp, la mia carriera finisce con questa stagione e con la gara di Valencia", ha detto il pilota della Honda che lascia dopo 18 stagioni, tutti in sella alla casa nipponica. "È una decisione complessa perché questo è lo sport che amo. Avrei altre opportunità - ha aggiunto il pilota spagnolo, tre volte iridato - ma sento di non vivere più le gare con quell'intensità che c'era prima. Ora si apre un capitolo nuovo della mia vita".

Al Sachsenrign attenzione anche a Valentino Rossi, pure lui a quota 6 trionfi, con l'ultimo, però, risalente al 2008, una statistica che non impensierisce più di tanto i rivali, ma tradisce comunque un'indubbia confidenza con la pista. Altra corsa in salita (sulla carta) per la Ducati che qui ha vinto solo una volta con Stoner (2008) e ha ottenuto un podio negli ultimi 5 anni (Dovizioso, 2016).