Boxe africana in lutto per la morte di Loucif Hamani. Affetto dal morbo di Parkinson, il pugile algerino è scomparso a 71 anni a Vitry sur Seine. Rinomato per la sua grande tecnica, è diventato uno dei migliori superwelter del mondo degli anni 70. Campione dilettante, battuto nei quarti di finale dei -71 kg delle Olimpiadi di Monaco 1972 dall’inglese Alan Minter (futuro campione del mondo dei medi), è passato al professionismo nel 1973. Nel 1976 ottenne le sue più grandi vittorie, battendo gli americani Rudy Robles e soprattutto Emil Griffith, ex campione mondiale dei welter e medi. A Portland, nel 1980, fu sconfitto dall’americano Marvin Hagler, futuro campione del mondo dei medi. Ha concluso la sua carriera con 24 vittorie (di cui 13 al limite) e 3 sconfitte.