di Paolo Manili Positiva prova corale degli “azzurri speciali” nell’internazionale “tre stelle” di Ornago, Monza, primo impegno dell’anno della compagine tricolore paralimpica. L’Italia era l’unica nazione al via con la squadra, dunque non potendo fare riferimento ad altri team il dato tecnico viene dal punteggio: 428,85 % complessivo dice che i nostri binomi hanno dato una performance al pari della loro fama. E si...

di Paolo Manili

Positiva prova corale degli “azzurri speciali” nell’internazionale “tre stelle” di Ornago, Monza, primo impegno dell’anno della compagine tricolore paralimpica. L’Italia era l’unica nazione al via con la squadra, dunque non potendo fare riferimento ad altri team il dato tecnico viene dal punteggio: 428,85 % complessivo dice che i nostri binomi hanno dato una performance al pari della loro fama. E si sono ripetuti negli individuali, salvo in un paio di categorie.

"Sono molto soddisfatto – ci ha detto il responsabile federale, Ferdinando Acerbi – soprattutto per aver avuto conferma che la mancanza di routine non ha intaccato, se non di poco e solo il primo giorno, la condizione generale".

Vittorie azzurre: nel Grado 1 quella della due volte iridata Sara Morganti con Mariebelle (77,660%), 4a la SamperboniPaul (62,656%). Nel Grado 2 quella di UgalliFunny Face (63,056%), nel Grado 3 della SalvadéOliver Vitz (73,778%) davanti alla PanigalliGabber Vod (58,944).

Poi successi delle belghe: nel grado 4 ClaeysSan Dior (75,375%) davanti al nostro LunghiLaudario (65,492%) e alla BarozziPie’s Ratzinger (64,492) e nel Grado 5 della George Best of 8 (78,208%), terza la SileoniDom Perignon (69,183%). Prossimo appuntamento per amazzoni e cavalieri paralimpici in Belgio, a Varegem.

Passando al salto ostacoli spicca nel week-end azzurro il bel doppio netto di BucciCasago nel GP di 3 stelle di Vilamoura vinto dal “mostro sacro” britannico John Whitaker (Unick de Franckport), e che è valso al cavaliere italiano – già argento europeo a squadre – il 4° posto della gara. Mentre al “cinque stelle” di Doha De Luca (Nouance Bleu Vdm Z) ha chiuso con 04 e Gaudiano (Chalou) con 8 penalità al “base” il GP vinto dal tedesco Ahlmann (Dominator).

Infine, soddisfazioni dal completo “tre stelle” ospitato dall scuola Militare di Montelibretti, Roma: nella categoria 3L bel 2° posto di Fabio Fani Ciotti (Suttogo Georg) dietro il belga Vilain (Cava de La Cour Z), nel CCI 3S Evelina Bertoli (Fidjy des Melezes) si è piazzata 3a dietro l’olandese De Jong (Enijoy) e l’elvetica Melody Johner (Tubleu de Rueire).