Dominik Paris (Ansa)
Dominik Paris (Ansa)

Are, 6 febbraio 2019 - Dominik Paris campione del mondo in Svezia: l'azzurro ha trionfato al Super G di Are ai Mondiali di sci 2019, chiudendo in 1.24.20, davanti al francese Johann Clarey e all'austriaco Vincent Kriechmayr, ex equo al secondo posto in 1.24.29. Per l'altoatesino è il primo titolo mondiale della carriera (nel 2013 aveva vinto una medaglia d'argento in discesa  a Schladming) in una gara tosta e spettacolare, costellata da fuori pista (Tumler, Kline, Ganong, Caviezel e Mayer, in vantaggio su Paris fino al secondo intermedio) ed errori.  Qualche rimpianto per Christof Innerhofer, quarto in 1.24.55. Ottimo risultato per Mattia Casse, ottavo in 1.24.70. Fuori Matteo Marsaglia, caduto senza conseguenze. 

Mondiali sci 2019, la classifica del Super G maschile

E' iniziata al meglio dunque l'avventura azzurra ai Mondiali: ieri l'argento di Sofia Goggia, sempre in Super g. Per Paris, oggi terzo nella start list, è una stagione da incorniciare: il 29enne ha vinto il superG di coppa del Mondo a Bormio ed è salito sul podio a Beaver Creek e Kitzbuehel. Con l'oro di oggi migliora il suo palmares ai Mondiali. 

false

"È davvero un anno magico - commenta Paris raggiante -. Sono sceso tra i primissimi, con il pettorale 3. Non avevo punti di riferimento e al traguardo non ero certo della bontà della mia gara. Sono andato a tutto gas ma, nella parte finale, ho dovuto correggere, perdendo tempo e velocità. Poi è stata una lunga attesa per vedere se qualcuno sarebbe stato più bravo di me". 

Delusione per Innerhofer, a cui qualche sbavatura di troppo è costata la medaglia di legno:  "Quarto è come 20esimo". 

Mondiali di Sci 2019, calendario gare e orari tv