23 mar 2022

Perché Macedonia del Nord? Un nome storico conteso dai greci

All’indipendenza dalla ex. Jugoslavia il contenzioso . nacque per l’antica terra . di Alessandro Magno

Elmas e Pandev: la storia della Nazionale della Macedonia è legata a loro
Elmas e Pandev: la storia della Nazionale della Macedonia è legata a loro
Elmas e Pandev: la storia della Nazionale della Macedonia è legata a loro

Il nome Macedonia del Nord ha attirato la curiosità di molti appassionati di calcio: perchè mai identificare un paese con la specifica "del Nord" se poi non esiste un altro paese del Sud? Il calcio spesso è anche l’occasione per scoprire la storia e in questo caso si tratta davvero della Storia con la S maiuscola. Tutto comincia infatti da Filippo Il Macedone e Alessandro Magno: ma la Macedonia, parte integrante dell’Antica Grecia, è sui libri di storia su cui tutti noi da bambini abbiamo passato parecchie ore. Al momento dell’indipendenza dalla ex Jugoslavia, la regione più meridionale dell’ex stato di Tito prese subito il nome di Macedonia, senza fare però i conti con i greci che a quella storia ed a quel nome erano legati da un sentimento fortissimo. E anche dal timore che, dietro un nome storico-geografico impegnativo, si potessero celare in futuro speranze di ampliamenti territoriali. L’utilizzo dello stemma di Filippo il Macedone nella bandiera, unito ad alcuni passaggi della Costituzione macedone suscettibili di interpretazioni pericolose, di fatto mise i greci in guardia. Di qui le proteste di piazza, in varie città, tra cui Salonicco: fu necessario intervenire per evitare incidenti diplomatici e assecondare l’avvicinamento del neonato stato all’Unione Europea ed alla Nato. Dapprima l’Onu tentò di risolvere il problema con una dicitura un po’ cervellotica, chiamando il nuovo stato Repubblica Ex Jugoslava di Macedonia, ma era evidente che andava trovata un’espressione più diretta e meno involuta. Da cui Macedonia del Nord. Nel 2018 con gli accordi di Prespa, dopo quasi 30 anni di dibattito, la questione si è formalmente chiusa, aprendo la strada, dopo referendum e ratifiche, all’ingresso ufficiale della Macedonia nel Nord nella Nato e nell’Unione Europea.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?