Kylian Mbappé
Kylian Mbappé

Mosca, 5 luglio 2018 - Alle 16 di venerdì 6 luglio al Nizhny Novgorod Stadium andrà in scena il primo quarto di finale dei Mondiali 2018 di Russia che vedrà opposte Uruguay e Francia in una sfida da cui uscirà l'avversaria della vincente di Brasile-Belgio.

FENOMENO MBAPPE' - La prima buona notizia per la Nazionale di Didier Deschamps è il quasi sicuro forfait di Edinson Cavani, le cui condizioni difficilmente consentiranno una ripresa lampo: troppo serio l'infortunio al gemello interno del polpaccio sinistro per consentire al Matador di guidare i suoi verso l'ennesimo trionfo di un Mondiale finora perfetto. Un po' come quello della Francia, che sta però ''solo'' confermando i pronostici: le virgolette sono d'obbligo, viste tutte le cadute eccellenti ammirate finora nel torneo iridato. Poi c'è chi sta andando oltre ogni più rosea aspettativa, come il baby fenomeno Kylian Mbappé. In questi giorni i paragoni tra il talento del Paris Saint-Germain e Pelé si stanno sprecando e non sempre senza motivi logici: basti pensare che l'ex Monaco è il primo under 20 a segnare così tanto in un Mondiale (3 gol finora) dopo appunto O Rei nell'edizione del 1958. A impressionare è stata anche la straordinaria precisione mostrata da Mbappé, capace di centrare la porta in tutte e 5 le sue conclusioni, di cui 3 vincenti. Un cecchino che stavolta però dovrà vedersela con la difesa di ferro dell'Uruguay guidata dal tandem quasi invalicabile Diego Godin-José Gimenez.

FUORI MATUIDI - Se però sull'altro fronte i sudamericani, con Cavani ko e il suo sostituto Cristhian Stuani non proprio avvezzo a disputare partite così importanti, avranno poche scelte offensive, la Francia invece può contare anche sull'estro di Antoine Griezmann, un maestro della fase a eliminazione diretta dei grandi tornei: tra Mondiali ed Europei, Le Petit Diable è reduce da 6 reti nelle ultime 5 sfide disputate con la casacca della sua Nazionale. Non solo note liete per Deschamps, che contro l'Uruguay dovrà rinunciare allo squalificato Blaise Matuidi: al posto del giocatore della Juventus toccherà a Corentin Tolisso, che fu schierato da titolare (e poi bocciato) nel match inaugurale dei Transalpini contro l'Australia. Insomma, un ostacolo in più per la Francia per superare lo scoglio Uruguay, mai battuto nei 3 precedenti iridati finora disputati.

LA PROBABILE FORMAZIONE

Francia (4-3-3): Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, L. Hernandez; Tolisso, Kanté, Pogba; Mbappé, Giroud, Griezmann. Ct: Didier Deschamps