San Pietroburgo, 10 luglio 2018 -  La prima finalista dei Mondiali 2018 di Russia è la Francia, che batte il Belgio grazie all'incornata vincente di Umtiti e aspetta la vincente di Croazia-Inghilterra per dare l'assalto a un trofeo iridato che manca da 20 anni. Generosi e imprecisi i Diavoli Rossi, trascinati da un ispiratissimo Hazard ma poco cinici al cospetto di Lloris.

BOTTA E RISPOSTA - Deschamps può contare di nuovo su Matuidi, che ha scontato il turno di squalifica, mentre Martinez ha il problema opposto con Meunier. Dopo un buon inizio della Francia, che tiene il pallino del gioco, è il Belgio a creare occasioni da gol: sugli scudi Hazard, che prima sfiora la rete con un mancino di poco a lato dopo un errore in uscita dei Transalpini, e poi ci prova con il destro vedendo la sua conclusione deviata in maniera provvidenziale da Varane. Al 22' invece, sugli sviluppi di un corner, è Alderweireld a far lavorareLloris; poco prima comoda la presa di Courtois sul mancino di Matuidi. E' il presagio delle occasioni in serie collezionate dalla Francia nella seconda metà del primo tempo: al 31' termina di poco out la torsione di Giroud, che al 34' in spaccata tocca male la sfera. Entra poi in scena Griezmann che ci prova dai 25 metri, anche se l'occasionissima per i Bleus capita sui piedi di Pavard, il cui diagonale viene deviato fuori da un grande intervento di Courtois.

LA SBLOCCA UMTITI - All'alba della ripresa un'incornata di Lukaku su cross di Witsel spaventa la Francia. Di testa arriva il gol che sblocca i giochi: il destro di Giroud viene deviato in corner e dagli sviluppi il terzo tempo di Umtiti porta in vantaggio i Transalpini. Sempre tramite il gioco aereo il Belgio può pareggiare con la zuccata di Fellaini, che termina out di un soffio. Sull'altro fronte una trama in contropiede tra Mbappé e Griezmann innesca Giroud, il cui mancino è però alto: al 76' il copione si ripete sull'altro fronte, con De Bruyne protagonista. All'81' il destro di Witsel è invece potente e preciso, ma è preciso anche l'intervento di Lloris. E' di fatto l'ultimo guizzo di un Belgio talentuoso ma poco cinico che forse paga lo scotto della scarsa abitudine a partite così importanti. Discorso opposto per una Francia che in pieno recupero sfiora il raddoppio con il diagonale di Tolisso e che adesso sogna il colpaccio iridato dopo 20 anni di attesa e lo fa grazie a una squadra poco spettacolare ma terribilmente concreta. La ricetta giusta in tornei così lunghi e difficili.

RIVIVI LA DIRETTA

Tabellino

Francia (4-2-3-1): Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, Hernandez; Pogba, Kanté; Mbappé, Griezmann, Matuidi (41'st Tolisso); Giroud (40'st Nzonzi). Ct: Deschamps 

Belgio (4-2-3-1): Courtois; Chadli (46'st Batshuayi), Alderweireld, Kompany, Vertonghen; Witsel, Mousa Dembele (15'st Mertens); De Bruyne, Fellaini (35'st Carrasco), Eden Hazard; Lukaku. Ct: Martinez

Arbitro: Cunha (Uruguay)

Rete: 6'st Umtiti 

Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Eden Hazard, Alderweireld, Kante', Mbappe', Vertonghen. Angoli: 5-5. Recupero: 1'; 6'