Croatia soccer fans shout chants and cheer prior a television broadcast of the Russia 2018 World Cup match between France and Croatia in downtown Zagreb, Croatia, Sunday, July 15, 2018. (ANSA/AP Photo/Darko Vojinovic) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.]
Croatia soccer fans shout chants and cheer prior a television broadcast of the Russia 2018 World Cup match between France and Croatia in downtown Zagreb, Croatia, Sunday, July 15, 2018. (ANSA/AP Photo/Darko Vojinovic) [CopyrightNotice: Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.]

Trieste, 15 luglio 2018 - Trieste è una bellissima città, meta di turisti da tutto il mondo, grazie alla sua atmosfera unica, un po' mitteleuropea, un po' mediterranea. Un fascino che in questa domenica di mezza estate continua ad attirare molti visitatori. Con qualche boom inaspettato. Il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia, infatti, è stato preso d'assalto da famiglie francesi. Quasi tutte "in fuga" dalla vicina Croazia. Ebbene sì: il clima è molto caldo, al di là del confine, non solo per le temperature torride ma soprattutto per l'attesa per l'evento dell'anno, forse della vita. La finale dei Mondiali 2018 tra la Croazia, appunto, e la Francia. E così i francesi in vacanza nell'altrettanto bella Croazia hanno preferito lasciare "momentaneamente" il Paese balcanico. Va bene il tifo, va bene lo sport, ma forse è meglio seguire alla tv la partita in terreno neutro (neanche tanto, poi, trattandosi della cugina Italia...) anziché in casa del 'nemico'.

Francia-Croazia, segui qui la diretta testuale

La pro loco triestina, che gestisce il servizio di accoglienza ai turisti, ha spiegato che decine di famiglie transalpine hanno chiesto informazioni all'infopoint della celebre piazza Unità. "Un numero più alto rispetto alla media quotidiana", commenta il presidente della pro loco Michele Ciak. "Quando abbiamo cominciato a chiedere agli utenti il motivo della loro gita in Italia, ci hanno raccontato che la loro era una gita di un giorno e che provenivano dalla vicina Croazia dove si trovavano in villeggiatura". La maggior parte, conclude Ciak, "ha commentato sorridendo che era meglio seguire la partita in Italia".