Per ottenere risultati sportivi d'eccellenza l'alimentazione è essenziale e, in vista dei Mondiali di calcio 2018, ogni squadra ha adottato una dieta ad hoc. Quella della nazionale inglese potrebbe avere una marcia in più: a quanto pare, il difensore Eric Dier, che adora l'infuso di erba mate, sta convertendo i compagni all'uso di questa bevanda sudamericana. La ragione è semplice: fornisce l'energia di un caffè, stimola la produzione di endorfine, aiuta la digestione e in generale è un toccasana per la salute. Oltre a essere amata da Papa Francesco, dettaglio che nulla ha a che fare con l'attività sportiva, ma che, con un pizzico di scaramanzia, può essere considerato benaugurante.

ERBA MATE, I BENEFICI
L'erba mate (o yerba mate) è una pianta originaria del Sud America, le cui foglie vengono essiccate, sminuzzate e poi messe in acqua calda così da ottenere un tè. Oltre alle scontate doti idratanti, svolge un'azione antiossidante, ha proprietà diuretiche ed è consigliata per un effetto energizzante simile a quello del caffè, ma senza gli effetti collaterali di quest'ultimo: nervosismo, insonnia e crolli di energia. Infine, lo stimolo alla produzione di endorfine aiuta a regalare una generale sensazione di benessere e ad alleviare il dolore: risultati tutt'altro che trascurabili, considerando lo stress da Mondiali e il fisico dei calciatori costretto a fare gli straordinari.

IL MATE E LA NAZIONALE INGLESE
Il primo seme della diffusione del tè mate presso i giocatori inglesi è stato gettato dall'allenatore della squadra del Tottenham, l'argentino Mauricio Pochettino, che ha convinto gran parte del suo spogliatoio a bere l'infuso. Fra i più entusiasti c'è appunto il difensore Dier, chiamato a vestire la maglia dell'Inghilterra e fautore di un passaparola che sta convertendo i compagni della nazionale.

Leggi anche:
- L'algoritmo militare che ti dice quanto caffè bere per dare il massimo
- L'influenza in futuro arriverà dai cani?
- Mondiali 2018: ecco i film per amare il calcio