Splendido argento per l'Italia nella staffetta mista di Anterselva
Splendido argento per l'Italia nella staffetta mista di Anterselva

Anterselva, 13 febbraio 2020 – Un inizio migliore era difficile immaginarlo: l’Italia del Biathlon conferma il suo feeling con la staffetta mista, che dopo due bronzi olimpici e uno mondiale porta anche l’argento nella gara inaugurale del Mondiale di casa di Anterselva.

Mondiali biathlon Anterselva 2020. Orari tv e programma

Il quartetto composto da Vittozzi-Wierer-Hofer-Windisch si conferma nella storia del biathlon italiano, con la terza medaglia consecutiva raggiunta in un format che in stagione aveva portato anche a una vittoria nella prima tappa di Coppa del Mondo a Ostersund.

Gara esemplare degli azzurri, che hanno tenuto testa fino all’ultimo alla favoritissima Norvegia, arrendendosi solamente allo strapotere di Johannes Boe che grazie alla sua rapidità nelle ricariche ha fatto il vuoto all’ultimo poligono.

Vittozzi ha cambiato assieme a Roiseland come da previsioni: la sappadina ha dovuto usare due ricariche ma se l’è cavata con ottimi tempi di rilascio colpi e con un passo sugli sci all’altezza della forte atleta norvegese, mentre la Francia, altra grande favorita di giornata, naufragava già nella prima frazione con una sessione a terra disastrosa per Julia Simon.

Nella seconda frazione è stata Wierer a contenere Tiril Eckhoff, leader della classifica generale femminile e donna più in forma del circuito. Wierer ha dovuto utilizzare una ricarica per poligono e ha chiuso assieme alla ceca Davidova la propria frazione con un distacco che ha permesso a Lukas Hofer di inaugurare la parte di gara dedicata agli uomini con un distacco ancora recuperabile su Tarjei Boe.

Hofer ha trovato due sessioni di tiro perfette, lasciando per strada il ceco Moravec e finendo addirittura a cambiare in contemporanea con il norvegese. La frazione del primo degli uomini italiani ha ipotecato il podio, anche grazie alle difficoltà di altre nazioni quotate come Germania e Svezia, che sono rimaste troppo attardate per poter rientrare nel giro delle medaglie.

Windisch ha tenuto il passo di Johannes Boe fino all’ultimo poligono, dove hanno commesso due errori a testa, ma la velocità con cui il fuoriclasse norvegese ha utilizzato le ricariche ha creato un gap incolmabile. Alla fine, la medaglia di bronzo è andata alla Repubblica Ceca che pur senza un grande passo sugli sci si è assicurata il podio.

Splendido comunque il secondo posto che lascia ottime speranze per questi Mondiali all’Italia: Anterselva 2020 comincia nel migliore dei modi grazie al quartetto delle meraviglie, che quando chiamato in causa nei grandi appuntamenti difficilmente delude.