Marcel Sabitzer, austriaco di 27 anni del Lipsia: all’Europeo ha brillato
Marcel Sabitzer, austriaco di 27 anni del Lipsia: all’Europeo ha brillato
di Mattia Todisco Joao Mario non è più un giocatore dell’Inter. Ieri pomeriggio il portoghese ha firmato la rescissione del contratto. Rinuncerà ai 2,7 milioni annui netti per potersi trasferire al Benfica. Con questa formula, da svincolato, i nerazzurri non rischiano di dover pagare una clausola da 30 milioni pattuita con lo Sporting Lisbona un anno fa in caso di cessione a una squadra portoghese, dopo il prestito della passata stagione. Passato un quinquennio, chiude dunque ingloriosamente la propria avventura a Milano uno dei due grandi acquisti...

di Mattia Todisco

Joao Mario non è più un giocatore dell’Inter. Ieri pomeriggio il portoghese ha firmato la rescissione del contratto. Rinuncerà ai 2,7 milioni annui netti per potersi trasferire al Benfica. Con questa formula, da svincolato, i nerazzurri non rischiano di dover pagare una clausola da 30 milioni pattuita con lo Sporting Lisbona un anno fa in caso di cessione a una squadra portoghese, dopo il prestito della passata stagione. Passato un quinquennio, chiude dunque ingloriosamente la propria avventura a Milano uno dei due grandi acquisti dell’avvio dell’era Suning, arrivato nel 2016 negli stessi giorni di Gabriel Barbosa “Gabigol“, altro flop di mercato a cui sono seguiti acquisti ben più felici (tra gli altri Lautaro, Lukaku, Barella, fino al già ceduto Hakimi).

La cessione permetterà al club di risparmiare l’ingaggio, più o meno lo stesso intento che c’è dietro al tentativo di lasciar andare Nainggolan al Cagliari. Il belga ha però chiesto una buonuscita che la dirigenza nerazzurra non vuole accordare, tanto che oggi il centrocampista è ancora a disposizione di Simone Inzaghi ad Appiano Gentile. Verrà ceduto Vanhesuden, connazionale del "Ninja": dopo il rinnovo del contratto giocherà in prestito al Genoa. Nelle prossime settimane l’Inter capirà quanto budget ha a disposizione per trovare il sostituto di Hakimi.

Dall’Inghilterra rimbalzano voci di una richiesta di cessione da parte di Hector Bellerin, che i nerazzurri prenderebbero volentieri in prestito con diritto di riscatto ma che l’Arsenal cederebbe di fronte a un obbligo di acquisto. Resta valida l’alternativa Dumfries, ma l’olandese costa non meno di 20-25 milioni di euro da versare all’Everton, così come Zappacosta dal Chelsea.

Al lavoro anche il Milan che sulle fasce ha da poco rinnovato con Calabria e cerca un vice di Theo Hernandez, indiscusso titolare sulla fascia sinistra. L’obiettivo individuato è Fodé Ballo-Touré, francese del Monaco di 24 anni, con un costo relativamente basso (6 milioni di euro) e che la dirigenza potrebbe acquistare a titolo temporaneo in vista di un investimento definitivo tra un anno. Ancora da trovare un sostituto di Calhanoglu, passato all’Inter a parametro zero. Non ci sono state aperture dall’Ajax per Tadic, ma il giocatore vorrebbe il trasferimento e il Milan è alla finestra in attesa di poter colpire. Più onerosa l’eventuale operazione Sabitzer, 20 milioni di euro circa, comunque meno del valore reale del giocatore grazie a una scadenza contrattuale nel 2022 che agevolerebbe un’uscita dalla società tedesca in caso di mancato rinnovo.

Nei prossimi giorni potrebbero arrivare novità sul fronte Locatelli-Juventus. Il Sassuolo incontrerà i bianconeri, si parte da una base di 40 milioni di euro. Il centrocampista azzurro, fresco campione d’Europa, ha già dato l’assenso al trasferimento.