Daniel Maldini, 20 anni, è già andato in gol contro lo Spezia in campionato
Daniel Maldini, 20 anni, è già andato in gol contro lo Spezia in campionato
di Luca Talotta Sette lettere, stampate sulla schiena di un giovane ragazzo classe 2001. Sette lettere che unite ai colori rosso e nero simboleggiano leggenda, dinastia, famiglia. Sette lettere che stasera, alle 20.45, calpesteranno il campo di San Siro per una prima da titolare di estremo prestigio, a distanza di 4.528 giorni dall’ultima volta di papà Paolo. Dopo 12 anni, 4 mesi e 22 giorni un altro...

di Luca Talotta

Sette lettere, stampate sulla schiena di un giovane ragazzo classe 2001. Sette lettere che unite ai colori rosso e nero simboleggiano leggenda, dinastia, famiglia. Sette lettere che stasera, alle 20.45, calpesteranno il campo di San Siro per una prima da titolare di estremo prestigio, a distanza di 4.528 giorni dall’ultima volta di papà Paolo. Dopo 12 anni, 4 mesi e 22 giorni un altro Maldini torna titolare a San Siro; questa volta tocca a Daniel, figlio di Paolo, esordire dal primo minuto in quello che è stato lo stadio dei trionfi del già citato papà ma anche di nonno Cesare. Daniel deve ancora dimostrare tutto ma intanto, lentamente, sta scrivendo pagine di storia: prima ha dato il via ufficiale alla terza dinastia di Maldini in rossonero, poi ha segnato alla sua prima da titolare nel match contro lo Spezia del 25 settembre; ora questo nuovo, piccolo, tassello. Un altro Maldini, dopo l’addio di Paolo del 24 maggio 2009, quando il Milan perse 3-2 contro la Roma. Oggi Pioli spera che le cose possano andare diversamente, visto che c’è la ghiotta opportunità di sopravanzare, temporaneamente, al primo posto il Napoli impegnato domani contro il Torino. Il Milan che ha rinnovato Saelemaekers fino al 2026 stasera cercherà di ovviare alle numerose defezioni – l’ultima è quella di Brahim Diaz, positivo al Covid – e al recente passato, che l’ha visto pareggiare contro il Verona nelle ultime due uscite casalinghe (2-2 e 1-1). Per l’occasione il Diavolo sarà supportato anche dall’ad Ivan Gazidis, tornato a Milano dopo un periodo passato negli Stati Uniti per affrontare le cure del tumore alla gola. Fuori Maignan, che ne avrà per due mesi, è arrivato il momento di Tatarusanu: la sua unica e ultima apparizione quasi un anno fa, in quel 3-3 contro la Roma che lo vide, suo malgrado, protagonista in negativo. Out Theo Hernandez causa Covid, titolare Ballo-Touré. In difesa torna a destra Calabria, in avanti Giroud. E Ibrahimovic? "La sua condizione è in crescita, vedremo domani (stamattina, ndr) se convocarlo o meno", ha sentenziato Pioli.