Roma, 8 agosto 2021 - "Non so se riuscirò a parlare". Esordisce così Lionel Messi in conferenza stampa al Camp Nou per parlare dell'addio al Barcellona. "La verità - prosegue non nascondendo l'emozione - è che è difficile per me dopo tanti anni, dopo aver trascorso tutta la mia vita qui. Non sono pronto, non è come avevo pensato". Il fuoriclasse argentino si lascia andare in un pianto di commozione. "Devo dire addio a tutto questo dopo 21 anni - aggiunge tra le lacrime -, vado via con mia moglie e tre bambini catalano-argentini. Questo club è stato così buono con me, mi ha dato così tanto. Sono successe tantissime cose belle".

Ad aspettarlo ora è il Paris Saint Germain. Anche se manca, infatti, l'ufficialità da parte del club transalpino, sul fatto che la Pulce si trasferirà all'ombra della Tour Eiffel ormai non ci sono tanti dubbi. "Il Psg è una destinazione possibile? - chiarisce Messi -. Quella è una possibilità. Dopo il comunicato del Barcellona molti club si sono informati sulla mia situazione. Al momento non c'è nulla di chiuso ma stiamo parlando". 

Messi commosso, difficile dire addio al Barcellona

Ma, assicura il campione, "questo è un arrivederci, l'ho promesso anche ai miei figli". E confessa: "Mai avrei immaginato questo addio al Barcellona, non sapevo che sarebbe andata in questa maniera, avrei voluto lasciare in campo, per avere un'ultima ovazione dai tifosi. Mi sono mancati molto durante la pandemia, avremmo voluto averli vicini per festeggiare i gol, mi ritiro da questo club senza vederli". "Mi immaginavo di andare via in uno stadio pieno - ha concluso -, ma è andata così e ringrazio tutti per l'affetto di questi annui".

Messi in conferenza stampa (Ansa)