Sono in tanti a chiedersi quale sarà il futuro di Lionel Messi, che ha il contratto in scadenza nel giugno del 2021 e pare poco propenso a rinnovare col Barcellona, anche alla luce delle più recenti esternazioni. Detto che l’Inter e gli sceicchi del City o del Psg accoglierebbero a braccia aperte il campione argentino, la sensazione è che Messi possa preferire una soluzione più tranquilla, anche per preparare al meglio il Mondiale che si svolgerà in Qatar nel dicembre del 2022. Di fatto l’ultima grande chance per la “Pulce“ di vincere qualcosa d’importante con la maglia della sua nazionale. Di qui l’idea di trasferirsi per un anno o poco più negli Stati Uniti (Miami o Los Angeles). La Major League Soccer è un torneo che da anni attira campioni over 30, i soldi non mancano e soprattutto è meno stressante dei campionati del vecchio continente. In più c’è un dettaglio da non sottovalutare: la serie A degli Usa comincia a marzo e termina a novembre, insomma il modo migliore per prepararsi al mondiale asiatico. "È sempre stato un mio sogno giocare negli States - ha confermato Messi - , ma non so cosa accadrà. Se lascerò il Barcellona vorrei farlo nel miglior modo possibile e poter tornare al club in futuro". I catalani, ovviamente, faranno di tutto per tenere Messi, ma una pausa di riflessione a questo punto sembra inevitabile. La verità forse già fra qualche settimana. Giulio Mola